Brunello Cucinelli: ricavi a +8,1 per cento nell'H1

La settimana scorsa il consiglio di amministrazione dell'azienda di Solomeo ha approvato la relazione finanziaria semestrale 2019. I ricavi netti sono ammontati a 291,4 milioni di euro, +8,1 per cento a cambi correnti (+7,2 per cento a cambi costanti) rispetto ai 269,5 milioni di euro al 30 giugno 2018. L'Ebitda è stato pari a 49,9 milioni di euro, con una marginalità del 17,1 per cento, mentre l'utile netto normalizzato è stato pari a 22,8 milioni, con un’incidenza del 7,8 per cento.

“Siamo pienamente soddisfatti dei risultati del primo semestre, sia in relazione alle performance finanziarie, sia per quanto riguarda l’immagine che la positività sul brand; ci piace essere identificati come un brand di ready to wear di lusso made in Italy. Giunti a fine agosto, possiamo con grande serenità e fiducia immaginare un 2019 particolarmente positivo, con un incremento del fatturato in linea con le nostre attese di lungo periodo di crescita annua dell’8 per cento, percorso che ci porterà a raddoppiare le vendite nei prossimi 10 anni, e uno sviluppo più che proporzionale della marginalità Ebitda, con utili sani e in crescita", ha commentato Brunello Cucinelli, presidente e amministratore delegato dell'omonima azienda del cachemire.

Brunello Cucinelli: "riteniamo che Pitti Immagine sia per noi fondamentale, permettendoci di entrare in contatto con clienti, fornitori e stampa"

“Molto molto positivo il riscontro della raccolta ordini, ormai terminata, delle nuove collezioni uomo primavera estate 2020 e della prima collezione dedicata al kidswear; la linea bimbo è un grande progetto in cui crediamo e al quale abbiamo dedicato molte energie. Ottima anche la raccolta ordini della collezione donna primavera estate 2020, in via di conclusione: il gusto attuale del mercato, elemento importantissimo, si sta dimostrando particolarmente affine al nostro", ha aggiunto il ceo.

Nel mercato Italiano i ricavi hanno raggiunto i 44,3 milioni di euro (15,2 per cento sul totale), in crescita del +1,1 per cento rispetto a 43,8 milioni al 30 giugno 2018. "Il mercato italiano conferma l’importanza in termini di gusto, e per questo riteniamo che “Pitti Immagine” sia per noi fondamentale, permettendoci di entrare in contatto con clienti, fornitori e stampa, e riuscendo ad avere una visione importante sul “sentimento” nazionale ed internazionale in termini di business e gusto", ha detto il ceo.

Il mercato europeo ha segnato un aumento del +9,7 per cento con ricavi che sono saliti a 92,4 milioni (31,7 per cento sul totale) rispetto a 84,2 milioni al 30 giugno 2018.

La Cina ha messo a segno una crescita del 15,9 per centocon vendite pari a 28,8 milioni di euro (9,9 per cento sul totale) rispetto a 24,8 milioni al 30 giugno 2018.

"Siamo molto contenti della performance che abbiamo riportato in Cina, e proseguiamo a “indirizzare” il nostro percorso di crescita per cercare di essere in qualche modo “esclusivi”, sia in riferimento alla distribuzione, sia nel rapporto di stima, fiducia e condivisione che proviamo a creare con il cliente cinese. Per questo motivo abbiamo sviluppato un team locale fortemente strutturato, dove la quasi totalità dei collaboratori è di estrazione cinese, che giornalmente ci aiuta a comprendere la cultura di questo grande Paese, e che frequentemente viene in Italia, nella “nostra Solomeo”, per assimilare pienamente la nostra cultura e i nostri valori, trasferendoli al cliente finale. Attribuiamo una grandissima importanza al nostro progetto “Impero Celeste”, mantenendo altissimo rispetto per la tradizione e cultura millenaria del popolo cinese", ha sottolineato, in una nota, Brunello Cucinelli.

Foto: Brunello Cucinelli website

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO