• Home
  • News
  • Business
  • Brunello Cucinelli: ricavi netti in calo del -10,5 per cento nel 2020

Brunello Cucinelli: ricavi netti in calo del -10,5 per cento nel 2020

Scritto da FashionUnited

12 gen 2021

Business

Ricavi netti pari a 544,1 milioni di euro, con un calo del -10,5 per cento a cambi correnti e pari al -9,9 per cento a cambi costanti per Brunello Cucinelli. Il consiglio di amministrazione, ieri, ha esaminato i dati preliminari della gestione dell’anno 2020.

"Ottima tenuta del mercato europeo (-1,7 per cento) e della Cina (-1,8 per cento incluse Hong Kong e Macao)", si legge in una nota del marchio di Solomeo.

Il Nord America ha segnato un -15,3 per cento, il Resto del mondo è in flessione del -9,9 per cento e l'Italia è in flessione del -23,9 per cento.

Il canale wholesale è in crescita del +2,7 per cento, il canale retail è in flessione del -20,9 per cento.

Brunello Cucinelli: "per il 2021 immaginiamo una “bella crescita” intorno al 15 per cento”

“Questo anno 2020 si è chiuso "bene” in considerazione alle premesse di primavera; il fatturato di questi dodici mesi, definiti da noi “anno di passaggio”, ha avuto una “piccola” diminuzione del 10 per cento. Dopo un lungo periodo di dolore sia per il corpo, sia per l’anima, grazie al tanto atteso “vaccino”, ci pare di andare verso un desiderato “armistizio” con il Creato. Ci auguriamo insieme di ritrovare grande umiltà, coraggio, serietà e creatività per affrontare questo nuovo anno del “riequilibrio”. Il posizionamento del brand e l’ottimo riscontro sulle collezioni autunno inverno 21, ci portano a immaginare per l’anno in corso una “bella crescita” intorno al 15 per cento”, ha sottolineato Brunello Cucinelli, presidente esecutivo e direttore creativo della società.

Le tre grandi decisioni di principio che hanno ispirato il nostro modo di affrontare la pandemia sono state garantire l’impiego e il mantenimento dei livelli retributivi a tutte le nostre umane risorse nel mondo; scegliere di non chiedere sconti a nessuno, consapevoli che, in tempo di pandemia, tutti avessero il dovere di assumersi le proprie responsabilità, senza ricercare benefici che potessero danneggiare terzi e ideare il progetto “Brunello Cucinelli for Humanity”, a fronte della decisione di cedere a titolo gratuito i capi di abbigliamento in sovrappiù generati dalla situazione emergenziale e della conseguente interruzione temporanea delle vendite nei nostri negozi diretti, ha aggiunto Cucinelli.

Parallelamente all’impegno sul canale “fisico”, l'etichetta ha investito risorse ed energie per continuare ad arricchire l’esperienza digitale offerta ai clienti. "A novembre si è concluso il roll-out mondiale di un progetto di aggiornamento tecnologico del nostro ecommerce. Abbiamo aggiornato “il motore” dei nostri siti nonché il “cuore” della user experience, nella speranza di continuare a mantenere contemporaneo il nostro modo di presentare le collezioni sul nostro canale digitale. Questo progetto ci ha permesso di offrire un’esperienza ancora più ricca e fruibile, in particolare da mobile e nei mercati asiatici", ha spiegato Cucinelli.

Foto: Brunello Cucinelli website