• Home
  • News
  • Business
  • Kering ricavi a - 18 per cento nel 2020

Kering ricavi a - 18 per cento nel 2020

Scritto da FashionUnited

18 feb 2021

Business

Kering ha archiviato il 2020 con ricavi pari a 13,1 miliardi di euro. Rispetto al 2019 i ricavi segnano un calo del 18 per cento a causa delle chiusure dei negozi e della mancanza di turismo.

Gucci ha registrato un fatturato in calo del 22,7 per cento

L'utile netto attribuibile al Gruppo ammonta a 2.150,4 milioni di euro. "In un anno di sconvolgimenti, Kering ha dimostrato una notevole resilienza e agilità. Abbiamo ottenuto una solida ripresa della top-line nel secondo semestre, abbiamo protetto i nostri margini continuando a investire nelle nostre maison e nelle piattaforme di crescita, la nostra generazione di cash flow è rimasta elevata e abbiamo ulteriormente rafforzato la struttura finanziaria del Gruppo. Quest'anno, la salvaguardia della salute e della sicurezza dei nostri dipendenti e dei clienti è stata la nostra prima priorità", ha sottolineato, in una nota, François-Henri Pinault, presidente e amministratore delegato di Kering.

I ricavi totali generati dalle maison di Kering nel 2020 sono stati pari a 12.676,6 milioni di euro, in calo del 17,6 per cento come riportato e del 16,5 per cento su base comparabile. Mentre la crisi sanitaria e le misure di blocco hanno inciso pesantemente sulle vendite delle griffe nel primo semestre (-30,2 per cento), la situazione è notevolmente migliorata nel secondo semestre (-3,3 per cento), nonostante nuove restrizioni verso la fine dell'anno in alcuni Paesi.

Gucci ha registrato un fatturato di 7.440,6 milioni di euro nel 2020, in calo del 22,7 per cento (calo del 21,5 per cento su base comparabile). Le vendite generate nei negozi a gestione diretta sono diminuite del 19,5 per cento su base comparabile, con un significativo miglioramento nel secondo semestre (-5,9 per cento).

Le vendite online hanno continuato a registrare una rapida crescita, con un aumento di quasi il 70 per cento nell'anno. I ricavi wholesale sono calati del 33,4 per cento su base comparabile, riflettendo la strategia di Gucci di continuare a rafforzare l'esclusività della sua rete di distribuzione.

Yves Saint Laurent ha registrato un fatturato di 1.744,4 milioni di euro nel 2020, in calo del 14,9 per cento come riportato e del 13,8 per cento su base comparabile. Dopo una forte contrazione nel primo semestre, i ricavi della maison sono tornati a crescere nel secondo semestre, crescendo del 2,1 per cento su base comparabile. Nell'intero anno, i ricavi dei negozi a gestione diretta sono diminuiti del 13,4 per cento su base comparabile, mentre le vendite online sono aumentate, quasi dell'80 per cento, e i ricavi all'ingrosso sono scesi del 13,7 per cento su base comparabile.

Bottega Veneta ha registrato un fatturato di 1.210,3 milioni di euro nel 2020, in crescita del 3,7 per cento come riportato e del 4,8 per cento su base comparabile. Dopo una performance mista nel primo semestre, le vendite nel secondo semestre sono state forti, con un aumento del 18 per cento su base comparabile. I ricavi comparabili nei negozi a gestione diretta hanno subito una contrazione del 5,3 per cento nell'intero anno, ma sono aumentati del 7,2 per cento nel secondo semestre, sostenuti da un robusto slancio delle vendite nella regione Asia-Pacifico e dall'ecommerce. "Il wholesale ha registrato una forte crescita (+48,5 per cento), grazie al successo delle collezioni della maison che rimane molto esclusiva nella selezione dei suoi partner", si legge, ancora nella nota .

Foto credit: Bottega Veneta