Moncler archivia il 2016 con ricavi per 1,04 miliardi di euro

Moncler ha archiviato il 2016 con un utile netto pari a 196 milioni di euro, in crescita rispetto ai 167,9 milioni del 2015, con un'incidenza sui ricavi del 18,8 percento. Il consiglio di amministrazione ha proposto un dividendo di 18 centesimi per azione, pari a 45 milioni di euro.

Nell'esercizio 2016, Moncler ha realizzato ricavi per 1,040 miliardi, rispetto agli 880,4 milioni registrati nello stesso periodo del 2015. L'Ebitda adjusted è stato pari a 355,1 milioni di euro, rispetto ai 300 milioni di euro dell'esercizio 2015, con un'incidenza sui ricavi del 34,1 percento.

"Ciò che mi rende ancora più orgoglioso", ha commentato Remo Ruffini, presidente e amministratore delegato di Moncler, "è che Moncler sia un brand amato da un numero sempre maggiore di consumatori in tutto il mondo. Sono convinto che Moncler possa guardare al futuro con fiducia, con l'obiettivo, anche nel 2017, di continuare a crescere".

Moncler archivia il 2016 con ricavi per 1,04 miliardi di euro

Il consiglio di amministrazione di Moncler ha proposto un dividendo di 18 centesimi per azione

"Oltre un miliardo di fatturato, oltre 100 milioni di cassa, quasi 200 milioni di utile netto. Il 2016 segna un altro traguardo importante nella storia di successo di Moncler", ha agginunto Ruffini. "Nell’ultimo trimestre siamo cresciuti a doppia cifra in tutti i mercati e canali, nonostante uno scenario incerto e volatile che mi aspetto possa perdurare anche nel prossimo futuro".

Nel 2017, l'etichetta conosciuta soprattutto per i suoi piumini, punterà nel rafforzamento del brand. La società continuerà a consolidare la presenza nel mercato domestico e nei principali mercati internazionali, anche attraverso lo sviluppo di negozi monomarca retail, magari puntando su esperienze di acquisto diversificate, su un controllato ampliamento della superficie degli stessi, sullo sviluppo di monomarca wholesale e sul rafforzamento del canale digitale.

"Il processo di acquisto è multicanale, veloce e digital friendly", aveva detto qualche mese fa Ruffini, intervenendo, a Milano, al convegno Pambianco "Innovazione e velocità. Le rivoluzioni in atto nell’industria della moda e del lusso", "è fondamentale tenere conto delle nuove generazioni nate con lo smartphone in mano, così come pensare a creare un'esperienza di acquisto diversa in ogni città.

Foto: Moncler press office e website
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO