Piquadro in trattativa per comprare Lancel da Richemont

Piquadro, azienda attiva nell’ideazione, produzione e distribuzione di articoli di pelletteria, in una nota ha reso noto che sono in corso trattative in esclusiva con Richemont volte a verificare la possibilità di pervenire a un accordo definitivo per l’acquisizione da parte di Piquadro S.p.A. della maison Lancel.

Piquadro: allo stato non sono stati sottoscritti documenti vincolanti

Come spiega l'azienda guidata da Marco Palmieri, allo stato non sono stati sottoscritti documenti vincolanti e sono state da poco avviate le attività di due diligence. "Qualora l’esito della due diligence fosse positivo e le parti dovessero raggiungere un accordo definitivo sui termini e le condizioni dell’acquisizione, l’operazione potrebbe essere perfezionata entro la metà dell’anno in corso", recita la nota.

In tal caso sarà cura della società bologneseinformare il mercato, ai sensi della normativa vigente, in relazione alla prospettata acquisizione.

Le origini del gruppo Piquadro risalgono al 1987 quando Marco Palmieri, oggi presidente e amministratore delegato, fondò la sua azienda in provincia di Bologna, dove tuttora si trova il quartier generale.

La rete distributiva si estende su oltre 50 paesi nel mondo e conta su 116 punti vendita che includono 99 boutique a insegna Piquadro (63 in Italia e 36 all’estero) e 17 boutique a insegna The Bridge (14 in Italia e 3 all’estero).

Dall’ottobre 2007 Piquadro spa è quotata alla Borsa italiana.

L'azienda ha chiuso i primi nove mesi dell’esercizio fiscale 2017/2018, il 31 dicembre 2017, con un fatturato di 71,32 milioni di euro in aumento del 39,2 percento rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente (archiviato a circa 51,22 milioni).

Hanno contribuito al giro d'affari del marchio Piquadro sia le vendite del canale dei negozi gestiti direttamente dall'azienda, che include anche il sito ecommerce, sia quelle del canale wholesale.

I ricavi registrati nel canale dei negozi diretti del marchio sono risultati in crescita del 7,8 percento. A parità di perimetro, e quindi depurati delle vendite dei negozi non presenti nell’esercizio precedente, il loro incremento è stato pari al 3,6 percento. Il fatturato del sito ecommerce Piquadro è aumentato del 19,4 percento.

Foto: Marco Palmieri, credit Piquadro press office
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO