Piquadro: utile netto consolidato a + 40 percento nel FY 2017/2018

Piquadro spa ha approvato ieri il progetto di bilancio relativo all’esercizio 1 aprile 2017 – 31 marzo 2018 e il bilancio consolidato al 31 marzo 2018.

Il bilancio consolidato dell'azienda di Silla di Gaggio Montano, chiuso al 31 marzo 2018, ha registrato un fatturato pari a 97,63 milioni di euro, in aumento di circa il 28,6 percento rispetto all’esercizio precedente (75,91 milioni di euro).

L’aumento dei ricavi è stato determinato sia dall’introduzione nel perimetro di consolidamento della The Bridge S.p.A., che ha registrato ricavi per 23,76 milioni di euro, sia dall’aumento del 4,3 percento delle vendite a marchio Piquadro.

A queste ultime hanno contribuito sia le vendite del canale wholesale, sia le vendite del canale a gestione diretta, che include anche il sito ecommerce.

Nel dettaglio, come spiega il management in una nota, i ricavi registrati nel canale a gestione diretta risultano in crescita del 6,7 percento. A parità di perimetro, e quindi depurati delle vendite dei negozi non presenti nell’esercizio precedente, il loro incremento è pari al 3,3 percento.

Il fatturato del sito ecommerce è aumentato del 19,7 percento.

Dal punto di vista geografico, i ricavi del gruppo al 31 marzo 2018 evidenziano un +31,3 percento sul mercato domestico, che assorbe il 76 percento del fatturato, e un +33,6 percento nel mercato europeo che si attesta così a un 21,1 percento delle vendite consolidate. Nell’area geografica extra europea, il fatturato è invece diminuito di circa 1,1 milioni di euro rispetto all’esercizio 2016/2017.

Una decina di giorni Piquadro ha perfezionato l’acquisizione di Lancel International S.A. (“Lancel International”), società di diritto svizzero, interamente controllata dal Gruppo Richemont, proprietaria del marchio Lancel.

Foto: Marco Palmieri, credit Piquadro press office