Prada: ricavi a 3,14 miliardi nel FY 2018

Prada, gruppo quotato a Honk Kong, ha perso oltre il 10 per cento con volumi record sul finale della seduta alla Borsa di Hong Kong ed è tornato sui minimi di metà gennaio a 22,10 dollari di Hong Kong.

Il marchio Prada ha chiuso l’esercizio in esame con una crescita del 7 per cento

L'azienda ha annunciato venerdì, quando il mercato cinese era già chiuso, ricavi 2018 in crescita del 6 per cento (a cambi costanti) a 3,142 miliardi, nonostante un rallentamento nel secondo semestre, e un Ebit in calo del 10 per cento a 377 milioni.

apre una fase di rinnovamento strategico che intendiamo impostare nel rispetto della nostra storia per costruire il futuro del gruppo ha detto patrizio bertelli amministratore delegato gruppo.

“Abbiamo già avviato un programma di aggiornamento tecnologico che accrescerà il controllo e l’efficienza su tutti i fattori del business, dal marketing alla logistica, dal prodotto al servizio al cliente. È ormai evidente come la trasformazione digitale abbia cambiato radicalmente la relazione con il consumatore, rendendolo più consapevole delle sue scelte di acquisto e come la comunicazione stia assumendo una rilevanza ancor più cruciale per raggiungere i clienti in modo efficace", ha aggiunto Bertelli.

Tornando ai dati, il canale retail ha messo segno una buona performance progredendo del 7 per cento a cambi costanti, trainata dalle vendite a prezzo pieno, in linea con la decisione strategica di progressivo contenimento dei saldi.

Per quanto riguarda i singoli mercati, l’Asia Pacific ha riportato vendite in crescita del +10 per cento, a cambi costanti, evidenziando un progresso in tutti i principali mercati dell’area, per effetto sia dei consumi locali, sia dei flussi turistici intra-regione, si legge nella nota.

In Greater China le vendite sono cresciute dell’8 per cento a cambi costanti. I ricavi nel mercato americano, sostenuto sia dai clienti locali, sia dai turisti, hanno segnato un progresso a cambi costanti del 4 per cento.

; Positiva la performance dell’Europa che, nonostante il calo dei flussi turistici, ha segnato un progresso del 3 per cento a cambi costanti, supportato da un’ottima risposta della clientela locale.

I consumi domestici continuano a sostenere anche i ricavi nel mercato giapponese che cresce del 7 per cento a cambi costanti. Il Middle East progredisce a cambi costanti del 5 per cento.

Il marchio Prada ha chiuso l’esercizio in esame con una crescita del 7 per cento a cambi costanti, con trend positivi in tutti i mercati e in tutte le categorie merceologiche.

Le vendite del marchio Miu Miu, nel periodo in esame incrementano del 2 per cento, a cambi costanti, con abbigliamento in crescita del 7 per cento e una sostanziale conferma dei valori del 2017 nelle altre categorie merceologiche.

In crescita i ricavi della categoria ready-to-wear, che nel periodo in esame è progredita del 10 per cento a cambi costanti, così come quelli del footwear (+2 per cento a cambi costanti).

La posizione finanziaria netta, al 31 dicembre 2018 era negativa per 309 milioni di euro, avendo distribuito nel corso dell’esercizio 198 milioni di dividendi.

Il consiglio ha proposto all’assemblea degli azionisti, convocata per il 30 aprile, la distribuzione di un dividendo di 6 centesimi di euro per azione, pari a un pay-out ratio del 75 per cento.

Foto: Prada
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO