Salvatore Ferragamo: ricavi a -3,4 per cento nel FY 2018

Il Gruppo Salvatore Ferragamo, stando ai dati preliminari dei ricavi consolidati per l’esercizio 2018, ha raggiunto 1.347 milioni di euro con una diminuzione del 3,4 per cento a cambi correnti e dell'1,7 per cento a cambi costanti rispetto all’esercizio 2017.

Nel quarto trimestre, i negozi diretti in Cina hanno registrato vendite pari al + 7,6 per cento

I ricavi del quarto trimestre 2018 hanno registrato una diminuzione del 3,6 per cento, penalizzati dall’andamento delle valute (-1,8 per cento a cambi costanti), dalla minore incidenza dei saldi di fine stagione nel canale primario, dai minori ricavi del canale secondario e dall’ andamento negativo del canale wholesale, ha spiegato il management in una nota.

Al 31 dicembre 2018 la rete distributiva del gruppo è composta da un totale di 672 negozi, di cui 409 punti vendita diretti e 263 punti vendita monomarca operati da terzi nel canale wholesale e travel retail.

Il canale distributivo retail ha registrato, ricavi consolidati in diminuzione del 3,0 per cento (-1,1 per cento a tassi di cambio costanti), con un andamento del -1,4 per cento a tassi e perimetro costanti rispetto allo stesso periodo del 2017.

Per quanto riguarda le singole aree geografiche, l'area Asia Pacifico si è riconfermata il primo mercato in termini di ricavi, in flessione del 1,0 per cento (+0,8 per cento a tassi di cambio costanti), rispetto all’esercizio 2017, con un andamento positivo in Greater China. In particolare, nel quarto trimestre, i negozi diretti in Cina hanno registrato vendite pari al + 7,6 per cento (+10,1% a tassi di cambio costanti).

L’area Emea ha registrato, nel corso dell’esercizio 2018, una diminuzione dei ricavi del 6,1 per cento (-5,9 per cento a tassi di cambio costanti) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, soprattutto penalizzata dal business wholesale.

L’area del Nord America ha registrato, nel corso del 2018, una contrazione dei ricavi pari al 5,4 per cento (-2,4 per cento a tassi di cambio costanti), rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2017.

Il mercato giapponese nell’esercizio 2018 ha registrato una diminuzione dei ricavi dello 0,4 per cento (-1,0 per cento a tassi di cambio costanti), con i negozi a gestione diretta che hanno registrato un andamento positivo a tassi di cambio costanti, sia nel quarto trimestre, sia nell’intero esercizio 2018.

L’area del Centro e Sud America ha registrato un decremento del 2,3 per cento, ma in aumento del 3,8 per cento a tassi di cambio costanti, soprattutto grazie alla performance dei negozi diretti.

Foto: Salvatore Ferragamo, dall'ufficio stampa
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO