• Home
  • News
  • Business
  • Salvatore Ferragamo: ricavi in aumento del 44 per cento nel semestre

Salvatore Ferragamo: ricavi in aumento del 44 per cento nel semestre

Scritto da Isabella Naef

21 lug 2021

Business

Il Gruppo Salvatore Ferragamo ha comunicato che i ricavi consolidati per il primo semestre 2021, escludendo il business dei profumi, ammontano a 524 milioni di euro, in aumento del 44,1 per cento a cambi correnti e del 46,2 per cento a cambi costanti rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2020.

I ricavi del secondo trimestre, si legge in una nota, hanno registrato un aumento del 91,3 per cento a tassi di cambio correnti (+90,5 per cento a cambi costanti), rispetto allo stesso periodo del 2020.

Al 30 giugno 2021 la rete distributiva del Gruppo, composta da un totale di 639 negozi, poteva contare su 398 punti vendita diretti e 241 punti vendita monomarca operati da terzi nel canale wholesale e travel retail, nonché sulla presenza nei principali department store e specialty store multimarca di alto livello.

Il canale distributivo retail ha registrato, al 30 giugno 2021, ricavi consolidati in aumento del 46,3 per cento (+49,4 per cento a tassi di cambio costanti). Nel solo secondo trimestre 2021 i ricavi retail sono saliti del 81,3 per cento (+82,9 per cento a tassi di cambio costanti), con quattro regioni (Greater China, Nord America, America Latina e Corea) che superano i livelli pre-Covid.

Il canale ecommerce diretto continua a consolidare una solida crescita al 30 giugno 2021, con ricavi in aumento del 70,6 per cento (+78,3 per cento a tassi di cambio costanti). Nel secondo trimestre il canale ecommerce diretto è cresciuto del 65,8% a cambi costanti.

Il canale wholesale ha riportato, al 30 giugno 2021, ricavi in aumento del 41,1 per cento (+40,5 per cento a tassi di cambio costanti). Nel solo secondo trimestre 2021 i ricavi wholesale sono saliti del 134 per cento (+122 per cento a tassi di cambio costanti) rispetto al secondo trimestre 2020.

L’area Asia Pacifico si riconferma il primo mercato in termini di ricavi per il Gruppo, in aumento del 35,2 per cento (+34,0 per cento a tassi di cambio costanti), rispetto al primo semestre 2020. I negozi diretti nella Greater China hanno registrato un incremento delle vendite1 del 45,0 per cento rispetto al primo semestre 2020 a tassi di cambio costanti. In particolare, i negozi diretti in Cina, nel primo semestre 2021, hanno registrato un aumento delle vendite del 47,4 per cento a tassi di cambio costanti rispetto al primo semestre 2020. Anche i negozi diretti in Corea hanno riportato un solido incremento delle vendite nel primo semestre 2021 (+21,9 per cento rispetto al primo semestre 2020 a tassi di cambio costanti).

Il mercato giapponese nel primo semestre 2021 ha riportato un aumento dei ricavi del 13,4 per cento (+18,2 per cento a tassi di cambio costanti) con un andamento positivo nel secondo trimestre 2021 (+55,0 per cento a cambi correnti e +66,9 per cento a tassi di cambio costanti) rispetto al secondo trimestre 2020. L’intero Continente Asiatico rappresenta oltre il 50 per cento delle vendite totali del Gruppo per il semestre.

L’area Emea, ancora impattata dalle chiusure dei negozi e soprattutto dai limitati flussi turistici nel corso del primo semestre 2021, ha registrato un aumento dei ricavi del 22,3 per cento (+20,6 per cento a tassi di cambio costanti) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con un secondo trimestre positivo (+113 per cento a tassi di cambio costanti) rispetto al secondo trimestre 2020. L’area del Nord America ha registrato, nel corso del primo semestre 2021, un aumento dei ricavi pari al 103 per cento (+122 per cento a tassi di cambio costanti2), rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2020.

L’area del Centro e Sud America ha registrato nel primo semestre 2021 un aumento dei ricavi del 64,8 per cento (+72,9 per cento a tassi di cambio costanti), rispetto allo stesso periodo del 2020. Le vendite sono aumentate del 680 per cento, passando dai 2 milioni di euro del secondo trimestre 2020 a 16 milioni di nel secondo trimestre 2021.

Foto: Salvatore Ferragamo website