Zegna: ricavi in flessione nel FY 2016

Fatturato 2016 in flessione del 7 percento, a quota 1,156 miliardi per Ermenegildo Zegna. I profitti si sono attestati a 20 milioni, meno del 2 percento dei ricavi.

“I risultati del 2016 sono conseguenti a una fase di consolidamento. Nei primi mesi del 2017, infatti, si è registrata una positiva inversione del trend, grazie al gradimento riscontrato dalle collezioni realizzate da Alessandro Sartori”, ha detto Gildo Zegna, amministratore delegato del gruppo Ermenegildo Zegna.

L’export continua a incidere per circa il 90 percento sul totale del giro d'affari. La Cina resta il mercato più importante, seguita dagli Stati Uniti. Russia, Canada, Messico e Dubai hanno segnato positivi risultati.

A fine 2016 i negozi monomarca erano 513, di cui 287 gestiti direttamente e 226 in franchising/wholesale. Nel 2017 sono previsti rinnovi e completamenti a Mosca, San Pietroburgo, Zurigo, Bangkok, Pechino e in altre città cinesi.

“Vediamo segnali di ripresa in Cina, Russia, Europa e nel travel retail, dove prevediamo un incremento a due cifre", ha aggiunto l'amministratore delegato. "A ciò si sta affiancando il rafforzamento del management, in particolare nel marketing, merchandising, business development, con l’inserimento di autorevoli figure professionali. Importanti indicazioni stanno venendo, inoltre, dalla implementazione della nostra agenda multicanale”.

Foto: Zegna website
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO