(annuncio pubblicitario)
(annuncio pubblicitario)
Emi in Kazakistan al salone “Central Asia Fashion”

Si chiude oggi, 19 settembre, all’Expo Centre Atakent di Almaty, “Central Asia Fashion”, il salone moda di riferimento per l’Asia Centrale e i mercati limitrofi con l’area speciale “Italian Fashion”: in scena le nuove collezioni di una selezione di brand italiani di abbigliamento e accessori donna e uomo per la primavera-estate 2018. La sezione dedicata alla moda italiana è stata organizzata da Ente moda Italia.

“Central Asia Fashion rappresenta un’efficace piattaforma per entrare in contatto con i sempre più dinamici mercati dell’area caucasica e dell’Asia Centrale", ha affermato Alberto Scaccioni, amministratore delegato Emi. "È un punto di riferimento per la nostra offerta fieristica internazionale: la presenza ad Almaty è infatti per noi strategica, qui il prodotto italiano è molto apprezzato e lo dimostrano le performance del commercio estero italiano verso il Kazakistan, da gennaio a maggio 2017 hanno fatto registrare risultati interessanti (+5,3 percento, con significativi incrementi per alcune specifiche aree di settore)".

Tra gli eventi che si svolgono a questa edizione di Central Asia Fashion, che ha aperto i battenti il 17 settembre, sono da segnalare i seminari organizzati per le aziende dall’organizzatore fieristico Catexpo, dedicati all'analisi del mercato kazako con la partecipazione di esperti del settore.

Foto: Emi press office
TheMicam è in scena con oltre 1440 marchi

Ha aperto i battenti ieri, a Fiera Milano Rho, con 1.441 imprese presenti (797 italiane), the Micam, il salone internazionale dedicato alla calzatura. La kermesse, che sarà in scena fino al 20 settembre, si arricchisce di nuovi nomi: Giorgio Armani, Jimmy Choo, Dolce&Gabbana, Sergio Rossi ed Ermenegildo Zegna.

Come ha spiegato Annarita Pilotti, presidente di Assocalzaturifici, venerdì scorso a Milano, durante la conferenza stampa di presentazione dalla fiera, l'84esima edizione di The Micam, "si apre all’insegna della continuità con il progetto di rilancio già avviato nel febbraio scorso: all’ideazione di un nuovo concept dei padiglioni 1 e 3, strutturato con aree più ampie e funzionali per facilitare l’interazione tra i buyer e gli espositori presenti, si aggiunge infatti la realizzazione di un tunnel che collega direttamente l’iKids Square al padiglione 6. Nuovo allestimento per la Style square al padiglione 3, che in questa edizione unifica l’area dedicata alle collezioni dei più prestigiosi stilisti internazionali con la proposta dei talenti emergenti della calzatura: una perfetta fusione tra ricerca stilistica e creatività nonché un’occasione per scoprire, accanto a nomi dalla fama già consolidata, anche nuovi designer emergenti".

TheMicam è in scena fino al 20 settembre

A sostegno del manifatturiero italiano, accanto ai grandi marchi presenti, si sono schierati anche i “big” del mondo della moda, che hanno scelto di rinnovare la loro partecipazione alla kermesse. Si tratta di Fendi, Salvatore Ferragamo, Gucci, Prada e Tod’s che sono presenti nella Fashion Square, "l’area avveniristica dedicata esclusivamente ai marchi più prestigiosi del salone", hanno spiegato in una nota gli organizzatori.

Uno dei temi chiave dell'edizione di quest'anno, inoltre, è il concetto di “unicità”, ossia della lotta alla contraffazione, un mercato interno del falso che a livello nazionale genera un “fatturato” di oltre 6 miliardi all’anno, provocando un danno economico alle industrie calzaturiere stimato tra 190 e 240 milioni di euro.

“La contraffazione danneggia l’immagine del made in Italy nel mondo e rappresenta una minaccia per l’intero sistema economico e produttivo italiano”, ha aggiunto la presidente di Assocalzaturifici, Pilotti. “È fondamentale sensibilizzare i consumatori sulla necessità di comprare made in Italy, rendere consapevoli le nuove generazioni sulla pericolosità dell’acquisto di prodotti non originali.

Foto: La conferenza stampa di Assocalzaturifici, credit FashionUnited
TheOneMilano al via il 22 settembre, a Fieramilanocity

Va in scena dal 22 al 25 settembre, a Fieramilanocity, la seconda edizione di TheOneMilano. La fiera include quest'anno una nuova sezione, quella dedicata agli abiti da ballo, da festa, cocktail e sera. Lo spazio è stato battezzato Black Tie.

TheOneMilano ospita una nuova sezione: Black Tie

Le collezioni presenti, quindi, sono in equilibrio tra prêt-à-porter e haute couture, presentate in un’area dedicata del padiglione 3 di fieramilanocity: "una scelta di marketing precisa, che sottolinea la fluidità sociale del momento storico che stiamo vivendo, in cui spesso gli schemi si rompono e i ritmi degli abiti da società si mescolano, tra giorno e sera, occasioni over dressed o scelte di understatement", ha spiegato il management della fiera in una nota stampa.

Nell’area saranno presentate le creazioni di Antonio Riva Milano, Beside Couture By Gemy, Catherine Deane, Corizzi, Gattinolli Couture, Maison Luigi Borbone, Maestri Group e Maria Coca.

Annunciato a settembre 2016, TheOneMilano, il salone del ready to wear femminile è andato in scena per la prima volta lo scorso febbraio.

Il salone di Fiera Milano nasce dalle le ceneri di Mipap. Mipap, lavorando in sinergia con Mifur, infatti, ha deciso di creare a Milano "un grande polo per il prêt-à-porter d’alta gamma. "Nella nuova manifestazione fieristica convergono il know how e l’esperienza di Mipap, salone del prêt-à-porter organizzato da Fiera Milano, e di Mifur, salone della pellicceria e della pelle organizzato dall’omonimo ente fieristico", spiegavano gli organizzatori un anno fa.

Foto: TheOneMilano website Scritto da Isabella Naef
Super va in scena dal 23 al 25 settembre

Saranno oltre 140 i marchi presenti a Super, il salone dedicato alla moda prêt-à-porter e agli accessori donna per la primavera estate 2018 organizzato da Pitti Immagine, a Milano. Il salone andrà in scena dal 23 al 25 settembre nella nuova location di The Mall in Porta Nuova, a due passi da piazza della Repubblica.

Saranno presenti a Super oltre 140 marchi

"Ricerca, selezione, talenti emergenti, e aggiungerei anche scenari futuri: sono queste le parole chiave di Super", ha spiegato ieri mattina a Milano, nel corso di una conferenza stampa, Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine. "A ogni nuova edizione cerchiamo di spingere ulteriormente su ricerca e selezione nella moda donna contemporanea più innovativa, attraverso uno scouting a tutto campo sulla scena internazionale. Tra le novità di quest'anno figura la speciale collaborazione con la Lagos Fashion & design week, per un focus su una selezione di brand e designer da Nigeria, Ghana e Costa d’Avorio".

Altra novità la partecipazione di tre progetti di creatività sostenibile basati in Medio Oriente, lanciati da giovani designer e comunità locali assieme a Unido, agenzia delle Nazioni Unite. "Con questi progetti ci avviciniamo sempre di più alla sostenibilità in senso ampio, a un'economia della moda circolare, inserita nel tessuto sociale dei territori dove operano i designer che, in questi casi, hanno un approccio e una produzione artigianale", ha spiegato a FashionUnited Poletto.

Super va in scena dal 23 al 25 settembre

Quest'anno Super ha messo gli occhi scena creativa dall’Est Europa proposta assieme a More Dash: Eye on the East. "Per ntrambi questi progetti proporremo ai nostri buyer una selezione di brand nuovissima, sempre più creativa e da paesi ancora inesplorati", ha aggiunto il vice-direttore generale di Pitti Immagine.

Dei 140 marchi presenti a questa edizione, oltre il 50 percento dei brand provengono dall’estero (74 i marchi internazionali). Per quanto concerne i protagonisti della scena creativa africana il focus sarà su Nigeria, Ghana e Costa d’Avorio, che nelle ultime stagioni si sono distinte come realtà tra le più interessanti della ricerca fashion. In collaborazione con Unido, il focus sarà su tre brand di creatività sostenibile da Medio Oriente e Nord Africa.

Tra le novità, anche il designer Olivier Bernoux che presenta a Super le sue “armi di seduzione di massa”, ossia la sua collezione di ventagli e di borse dall'animo rock e seducente, mentre la fiera milanese sarà il teatro del lancio di L.a l.a Tex, il nuovo brand di Cit e Alessandro Squarzi, con la collezione primavera estate 2018 ispirata allo stile western rock.

Super presenterà anche un nuovo focus sulle collezioni di una selezione di brand di ricerca dall’Est Europa, oggi scenario di riferimento per la new wave creativa della moda. Provengono da Armenia, Russia, Ucraina e Repubblica Ceca i brand Biayni by Vahan Khachatryan, Chakshyn, Factive Face, Gasanova, Gibsh, Janashia, Jiri Kalfar, Loom Weaving, Nastasia Klimt e Roly.Poly.

Tra gli highlight anche la nuova collezione della capsule di accessori firmata da Kartell à la mode assieme alla designer di origine italo-brasiliana Paula Cademartori, fondatrice dell’omonimo marchio di borse e scarpe luxury, nato nel 2010 e inglobato nel 2016 da Otb.

L’ultima edizione di Super si è conclusa raccogliendo risultati e giudizi unanimi molto positivi, che hanno registrato il nuovo corso avviato dalla manifestazione. Nei tre giorni del salone sono arrivati circa 5.100 compratori, di cui quasi il 20 percento esteri, provenienti da più di 50 paesi esteri.

Super va in scena dal 23 al 25 settembre La stagione internazionale della moda ready to wear per la donna avrà inzio nel mese di settembre, con tutti gli occhi puntati su New York, Parigi, Londra e Milano per gli ultimi trend della stagione. Per tutte le sfilate della donna da non perdere, clicca qui.

Foto: Natasia Klimt More Dash; Gozel_Green Lagos Fashion week Super, Credit: Super press office

Cpm Mosca: quasi 23mila i visitatori

La 29esima edizione di Cpm Collection Première Moscow, organizzato da Igedo dal 30 agosto al 2 settembre, al Krasnaja Presnja Expocentr di Mosca, si è conclusa con 22.900 operatori intervenuti, da più di 50 Paesi esteri (in crescita del 7,5 percento rispetto a un anno fa), per un’edizione che ha visto la partecipazione di 1.300 brand internazionali da 27 Paesi.

Per le 126 collezioni italiane presentate sotto l’egida “Italian Fashion”, in crescita del 20 percento rispetto all’edizione di un anno fa, "c’è stata grande attenzione da parte dei buyer e degli operatori della distribuzione arrivati al salone, per quattro giorni intensi di contatti commerciali e presentazione delle novità delle loro collezioni donna, uomo, bambino, intimo e beachwear", ha spiegato Ente moda Italia in una nota.

“A questa edizione di Cpm si è respirata un’aria di ottimismo generalizzata. Le nostre aziende hanno lavorato bene, valutando positivamente sia la presenza quantitativa sia quella qualitativa dei buyer russi, raccogliendo feedback di apprezzamento sulle nuove collezioni e ordini per la prossima stagione. Gli ultimi dati disponibili sull’export italiano verso la Russia lasciavano ben sperare per questa edizione (nel periodo gennaio/giugno 2017 si è registrata una crescita del 31,2 percento rispetto all’anno precedente, pari a 511 milioni di euro, che conferma l’Italia secondo principale fornitore del mercato russo), e devo dire che i risultati raccolti ci hanno confermato un trend netto di ripresa del mercato russo e dei paesi limitrofi", ha sottolineato Alberto Scaccioni, amministratore delegato di Ente moda Italia.

La prossima edizione di Cpm, Collections première Moscow si svolgerà dal 19 al 22 febbraio, con le collezioni per l’autunno-inverno 2018-2019.

Foto: Emi press office
Momad Metrópolis chiude con oltre 13000 visitatori

La quarta edizione di Momad Metrópolis, salone della moda, organizzato da Ifema, ha chiuso i battenti domenica 3 settembre con oltre 13000 visitatori professionisti. L'evento si è svolto dal primo al tre settembre nei padiglioni 12 e 14 di Ifema-Fiera di Madrid. I visitatori sono rimasti sostanzialmente stabili rispetto all'edizione del settembre 2016.

“Nonostante si sia tenuta molto presto, nei primi giorni di settembre, siamo soddisfatti, poiché questa edizione del salone ha ricevuto un'eccellente accoglienza da parte dei professionisti, tra i quali abbiamo percepito una maggiore intenzione d'acquisto rispetto ad anni precedenti”, ha indicato Jaime de la Figuera, direttore di Momad.

In questa edizione, hanno spiegato gli organizzatori è stato fatto un passo importante per offrire una migliore settorizzazione, che agevola la visita dei buyer, ed è stata inserita la moda street e urbana nella proposta di tutti i padiglioni.

La quarta edizione ha riunito 410 espositori diretti e circa 900 marchi di moda e accessori, con le loro collezioni per la primavera-estate 2018 e autunno-inverno 2017.

Annunciate le date delle edizioni 2018 che si terranno dal 2 al 4 febbraio e dal 7 al 9 settembre.

Foto: Momad press office
White Milano in scena dal 22 al 25 settembre con 532 marchi

La prossima edizione di White durerà quattro giorni e si espande con lo spazio di Tortona 31/Archiproducts e quello per progetti speciali ed eventi all’interno della Camera Italiana buyer moda, che si aggiungono alle tre location esistenti.

In scena dal 22 al 25 settembre, il salone ideato da Massimiliano Bizzi, avrà 532 espositori (368 provenienti dall’Italia e 164 esteri), scalda quindi i motori in vista di una edizione che vedrà come special quest il marchio Ssheena con una urban catwalk nel cuore di Milano. Lo special designer, invece, sarà Efisio Rocco Marras che presenterà il nuovo corso di I’M Isola Marras.

Ssheena sarà lo special guest di White

"Abbiamo 390 domande d’ingresso, di cui 134 provenienti dall’estero. È un’edizione speciale sotto tutti i punti di vista, perché White ha profuso un grande impegno organizzativo per rispondere alla strategia di sistema intrapresa dal Mise, volta a coordinare e razionalizzare l’intera filiera della moda, che vede allineate al calendario della Milan fashion Week tutte le più importanti manifestazioni fieristiche del settore", ha detto giovedì scorso, durante la conferenza stampa di Milano, Massimiliano Bizzi, fondatore della kermess.

White Milano in scena dal 22 al 25 settembre con 532 marchi

White parteciperà anche al grande progetto voluto dal Ministero dello Sviluppo economico, evento valorizzato anche dal format, Milano Xl - La festa della creatività italiana.

La fiera presenterà brand mix tra aziende consolidate del Made in Italy e marchi internazionali, senza rinunciare a uno scouting anche verso i nuovi Paesi emergenti, con focus su special project e brand di tendenza.

"L’apertura di una delle edizioni più rilevanti della fashion week milanese vede White coinvolto nel grande progetto del Mise", ha specificato Massimiliano Bizzi, founder di White, "grazie al quale tutte le fiere di settore sono riunite nelle date della settimana della moda, evento valorizzato anche dal progetto, Milano Xl - La festa della creatività italiana. Questo dimostra un’attenzione per il nostro settore che ci deve riempire di orgoglio e che ci spinge a essere ottimisti sul ruolo di Milano nel fashion system internazionale.

Tra le novità di questa edizione, come anticipato figura il Tortona 31/Archiproducts, lo spazio dove il design incontra la moda. Un contesto decisamente non fieristico ma di impatto che diventa lo scenario per presentare una selezione dei designer del momento a livello internazionale.

"Il respiro internazionale di White si è evoluto nel corso degli anni grazie all’incessante lavoro di promozione svolto dal Salone", ha detto Brenda Bellei, ceo di M. Seventy, ente organizzatore della manifestazione. "E oggi White è un appuntamento imprescindibile per i buyer internazionali, sempre più presenti su Milano. Questo importante risultato è il frutto di logiche promozionali rivolte all’estero, come i road show che abitualmente il salone organizza nelle piazze più appealing, ma anche per merito della proficua collaborazione intrapresa già da tempo con Ice - Agenzia e rivolta all’incoming dei buyer".

Foto: White press conference, credit FashionUnited, Ssheena, White press office

Pitti Uomo: la Finlandia sarà la Guest Nation

I nomi del fashion finlandese saranno protagonisti a Firenze del progetto speciale Guest Nation, promosso da Fondazione Pitti Immagine Discovery in occasione di Pitti Immagine Uomo 93, in agenda alla Fortezza da Basso di Firenze, dal 9 al 12 gennaio.

Otto brand e designer finlandesi sono stati selezionati per presentare le loro collezioni nell’area speciale dello Spazio Carra (Padiglione Centrale - Piano Inferiore) e con un evento che si svolgerà in città in occasione del salone.

Mannisto, Vyner Articles, Nomen Nescio, Saint Vacant, Formal Friday, Ikla Wright x Turo, Maria Korkeila x R-Collection e Rolf Ekroth sono i designer finlandesi scelti dal team di Pitti Immagine.

"Siamo felici di presentare Guest Nation Finlandia al prossimo Pitti Uomo", ha detto Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine. "Il nostro salone rappresenta una grande occasione di visibilità e promozione commerciale per i giovani protagonisti della nuova moda internazionale. La Finlandia sta diventando uno dei luoghi più dinamici per la creatività nella moda oggi, per questo insieme a Fondazione Discovery abbiamo deciso di presentare otto tra i più innovativi brand finlandesi al pubblico di buyer e stampa internazionale, che troveranno collezioni davvero interessanti”.

“Guest Nation è una delle iniziative di punta della Fondazione Pitti Discovery", ha aggiunto Lapo Cianchi, segretario generale della Fondazione e direttore comunicazione ed eventi speciali di Pitti Immagine, "un progetto che portiamo avanti da otto anni e che ci permette di fare ricerca nei paesi emergenti della moda contemporanea. Nella selezione che porteremo a Pitti Uomo, inclusi progetti speciali nati per l’occasione, ci sono designer giovanissimi accanto a brand già affermati. Ciascuno con le proprie idee, ma tutti capaci di esprimere l’essenza del Finnish design e lifestyle di oggi, aperti alla sperimentazione e a una feconda contaminazione di tradizione e modernità. Siamo molto contenti infine delle collaborazioni instaurate per questo evento e ringraziamo le istituzioni finlandesi della loro fondamentale partecipazione”.

Foto: Mannisto, dall'ufficio stampa di Pitti Immagine

Conto alla rovescia per Date

E' in agenda dal 23 al 25 settembre, alla Leopolda di Firenze, Date, l’evento che riunisce 136 aziende di occhialeria provenienti da oltre 20 paesi.

Alla kermesse saranno presenti brand provenienti da Francia, Usa, India, UK, Giappone, Svizzera, Belgio, Germania, Spagna, Australia, Danimarca, Canada, Austria, Lussemburgo, Portogallo, Hong Kong, Russia, Svezia, Irlanda, oltre che, ovviamente, dall’Italia.

Sono cinque le aree in cui è suddiviso lo spazio espositivo: Millenials, dedicato ai brand più giovani che dettano le nuove tendenze dello street-style; Icons, dove si incontrano le creazioni dei più designer di avanguardia; Luxury, per le collezioni dei marchi più votati al lusso e all'esclusività; Alcatraz, pensato per i brand che esprimono nuove suggestioni contemporanee. "Uno spazio sopraelevato detto Balcony permetterà di vedere il presente e il futuro dell'eyewear da una nuova prospettiva", hanno spiegato gli organizzatori in una nota.

Foto: Date, by Giuseppe Circhetta, dall'ufficio stampa Date Foto: Date

Smi: l’export italiano verso la Russia cresce a doppia cifra

La 29esima edizione di Cpm Collection Première Moscow, il salone moda della Russia e dell’Europa dell’Est, in programma dal 30 agosto al 2 settembre al Krasnaja Presnja Expocentr di Mosca, segna una partecipazione delle aree speciali “Italian Fashion” promosse e organizzate da Ente moda Italia, e dedicate alla moda donna, uomo e bambino, abbigliamento, intimo e accessori.

Saranno complessivamente protagoniste 126 collezioni italiane, numeri in crescita (+20 percento) rispetto ai 94 marchi che avevano preso parte nel settembre del 2016, con una conseguente crescita anche della superficie espositiva, che presenteranno le loro novità per la primavera-estate 2018: 91 le collezioni adulto nella sezione Cpm; 21 collezioni bambino nella sezione Cpm Kids; 14 collezioni intimo e beachwear nella sezione Cpm, Mode Lingerie and Swim Moscow.

“Siamo alla vigilia di una nuova edizione di Cpm Moscow che si preannuncia carica di aspettative”, ha detto nei giorni scorsi Claudio Marenzi, presidente di Ente moda Italia. “Gli indicatori macroeconomici fanno ben sperare: i dati di Sistema moda Italia sull’export italiano verso la Russia lo confermano, e da gennaio ad aprile 2017 hanno fatto registrare risultati in crescita a doppia cifra: +17,5 percento in quantità di prodotto moda esportato, +13 percento in termini di valore economico".

“C’è una realistica presa d’atto che la situazione russa sia in ripresa", ha commentato Alberto Scaccioni, amministratore delegato di Ente moda Italia. “Arrivano dati e segnali evidenti sia dai risultati dell’export del tessile-abbigliamento italiano sul mercato russo, la Russia, che era calata del -30 percento nel 2015, ha assistito nel corso del 2016 a un progressivo recupero fino a tornare in aumento del +7,3 percento, per un totale di quasi 950 milioni di euro di vendite (fonte Smi), sia guardando ai risultati delle presenze dei compratori russi all’ultima edizione dei saloni di Pitti Immagine".

Foto: Emi press office