Gucci è Carbon neutral

Gucci ha annunciato che compenserà annualmente tutte le emissioni di gas serra, Ghg, Green house gas, generate dalle proprie attività (siti produttivi, uffici, negozi, magazzini) e da quelle dell’intera supply chain, al netto delle riduzioni di emissioni di Ghg generate dai progetti ambientali messi in atto fino a ora. La compensazione viene effettuata attraverso il sostegno a quattro diversi progetti Redd+1, che supportano la conservazione delle foreste in tutto il mondo. La sigla Redd+ indica i progetti volti a ridurre le emissioni provocate dalla deforestazione e dal degrado delle foreste e favorire la conservazione, la gestione sostenibile delle foreste e il miglioramento degli stock di carbonio delle foreste che sostengono la conservazione delle foreste in tutto il mondo. .

Come si legge in una nota, l’intera “supply chain” di Gucci è diventata carbon neutral. " Questa decisione rappresenta un ulteriore importante sforzo, nell’ambito della strategia di sostenibilità di lungo periodo che caratterizza il brand e riconferma ancora una volta il ruolo di leadership nel mondo del lusso e della moda, nella riduzione degli impatti ambientali e alla guida di un cambiamento positivo".

Negli ultimi anni il brand ha avuto come priorità l’integrazione nelle proprie attività di business nella strategia di sostenibilità a lungo termine. Ora ha deciso di intraprendere questo passo ambizioso di diventare Carbon neutral, come riconoscimento della imprescindibilità di misure aggiuntive e immediate, data l'urgenza e la necessità di un'azione positiva per fermare il cambiamento climatico.

Pertanto l'azienda continuerà a misurare e monitorare l’impatto ambientale attraverso il proprio conto annuale “Environmental profit and loss". L'Ep&l Gucci 2018 mostra che l'azienda è allineata al raggiungimento degli obiettivi stabiliti, avendo già ottenuto una riduzione, rispetto alla crescita, del 16 per cento della sua impronta globale generata tenendo conto anche dell’intera supply chain. In questo contesto, anche le emissioni di gas serra che rappresentano il 35 per cento dell'impronta totale del marchio , sono state ridotte del 16 per cento.

“Una nuova era di responsabilizzazione da parte delle aziende è alle porte e noi dobbiamo essere diligenti nell'adottare tutte le misure necessarie per mitigare i nostri impatti, incluso essere trasparenti e responsabili per le nostre emissioni di gas serra nell’intera supply chain" ha sottolineato in una nota, Marco Bizzarri, presidente e ceo di Gucci.

Foto: Gucci press office

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO