• Home
  • News
  • Moda
  • Mmu: Prada tra linearità e volume

Moda

Mmu: Prada tra linearità e volume

Scritto da Isabella Naef

13 gen 2020

La collezione Prada Uomo autunno inverno 2020 ha sfilato a Milano, nell'ambito di Milano moda uomo, che si concluderà domani, 14 gennaio. La griffe ha presentato punti di vista sincroni e al tempo stesso antonimici sulla tradizione, sul mondo conosciuto, sulla natura, sull’umanità e non solo.

La collezione esplora un incerto entroterra metafisico, stretto tra due poli visti da una prospettiva differente. Questa idea è espressa in modo audace attraverso la costruzione dei tessuti: materiali tradizionali sono combinati a fibre riciclate tecnologicamente innovative in colori cromatici.

I capi riflettono una tradizione anacronistica, ma la loro materialità è ingannevole; maglieria in cashmere pervasa da tessuto stretch garantisce vestibilità. La silhouette oscilla tra l’essere lineare e voluminosa.

Colori vivaci, elementi bidimensionali caratterizzano la collezione.

Elementi grafici stilizzati e colori riprendono una natura innaturale.

Il Gruppo Prada ha chiuso i primi sei mesi del 2019 con ricavi pari a 1.570 milioni euro, in in crescita del 2 per cento.

L'Ebitda è stato pari a 491 milioni di euro, 31,2 per cento sui ricavi, l'Ebit è stato pari a 150 milioni di euro, 9,6 per cento sui ricavi.

Foto: Prada, dall'ufficio stampa