Federazione moda Italia: Renato Borghi riconfermato presidente

L'assemblea di Federmoda, riunita ieri a Bologna, a palazzo Segni Masetti, sede della Confcommercio locale, ha riconfermato all'unanimità e per acclamazione Renato Borghi alla presidenza di Federazione moda Italia per il prossimo quinquennio.

"Tra le leve sulle quali m'impegnerò per garantire ancora futuro alle imprese del dettaglio tradizionale: la formazione specialistica attraverso una Fashion digital academy, l'innovazione e la costituzione di reti d'impresa per fronteggiare al meglio le sfide locali in un mercato iper-globalizzato. Ho proposto al presidente di Confcommercio Imprese per l'Italia Carlo Sangalli il lancio della giornata nazionale di valorizzazione del dettaglio indipendente e delle piccole imprese sul modello dello Small business saturday statunitense", ha detto Renato Borghi.

Borghi, ha inoltre sottolineato l'urgenza che venga messa mano tempestivamente alla riforma fiscale

In conclusione della convention di Federazione moda Italia, il presidente, ha inoltre sottolineato l'urgenza, in sintonia con l'impegno su questo fronte del presidente Sangalli, a che venga messa mano tempestivamente alla riforma fiscale e all'introduzione dell'auspicata web tax per un miglior equilibrio concorrenziale.

Federazione moda Italia è un'organizzazione di rappresentanza del dettaglio e ingrosso dei settori abbigliamento, tessile per arredamento, tessuti per abbigliamento, pelletterie, accessori, articoli sportivi, con oltre 35.000 imprese commerciali piccole e medie associate. Aderisce a Confcommercio Imprese per l'Italia e rappresenta le attività delle 102 Associazioni provinciali di categoria italiane.

La Federazione, tra l'altro, tutela gli interessi generali dei soggetti imprenditoriali e professionali che operano nei settori indicati, prefiggendosi di promuovere e tutelare gli interessi morali, sociali ed economici dei soggetti rappresentati nei confronti di qualsiasi organismo, sia pubblico che privato; favorire le relazioni fra gli associati per lo studio e la risoluzione dei problemi di comune interesse; designare e nominare i propri rappresentanti o delegati in enti, organi o commissioni ove tale rappresentanza sia richiesta opppure ammessa; promuovere e favorire servizi e attività di assistenza alle imprese associate, sotto qualunque forma giuridica, direttamente o indirettamente.

Foto: Renato Borghi, credit: Ufficio stampa Federmoda

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO