• Home
  • News
  • Business
  • A Philipp Plein la maggioranza di Billionaire Couture

A Philipp Plein la maggioranza di Billionaire Couture

Scritto da Isabella Naef

11 mag 2016

Business

Philipp Plein, stilista tedesco che in pochi anni ha saputo ricavarsi uno spazio di tutto rispetto nel mercato di niccchia del lusso "eccentrico", conosciuto anche per le sue sfilate evento con dj d'eccezione come Pierre Sarkozy, figlio dell'ex premier francese Nicolas Sarkozy, ha acquisito una partecipazione di maggioranza in Billionaire couture, il brand maschile di Flavio Briatore e della business company Percassi.

Plein sarà anche direttore creativo della griffe, che vuole rendere "il più esclusivo dei brand maschili nel segmento del lusso".

I progetti e i dettagli dell'operazione sono stati annunciati ieri durante una conferenza stampa a Milano.

"Billionaire Couture è un marchio stile di vita interamente prodotto in Italia, che si ispira alle tradizioni sartoriali più raffinate ed è caratterizzato da dettagli esclusivi. Con sede a Milano, il brand si rivolge agli uomini influenti che apprezzano le sottigliezze e gli aspetti più raffinati della moda, ai protagonisti del jet-set internazionale con un ritmo di vita accelerato che amano vestirsi in modo elegante ma senza costrizioni", è stato spiegato ieri.

Il progetto rappresenta il primo passo di una strategia finalizzata alla costruzione di un gruppo di beni di lusso Philipp Plein con un’attenzione particolare ai brand di nicchia che presentano un potenziale di crescita rilevante. L'ampliamento della gamma di prodotto e l’apertura di nuovi punti vendita facendo leva sulle sinergie, le infrastrutture e il know-how di Philipp Plein International sono tra gli obiettivi principali di questa operazione.

Saranno aperti 30 negozi Billionaire Couture in cinque anni

Plein prevede di aprire 30 negozi Billionaire Couture nel corso dei prossimi cinque anni, cominciando con quattro il prossimo anno. “Riteniamo che in generale il settore dell’abbigliamento maschile sia pronto per una crescita a livello globale più significativa del settore femminile, e con questa acquisizione intendiamo approfittare di tale potenziale di sviluppo. Billionaire Couture è un brand non ancora coltivato in modo sufficiente, che vogliamo sviluppare facendo affidamento sulla nostra struttura, sulla qualità e sulle sinergie possibili per arrivare a realizzare un’immagine ben caratterizzata, con un forte posizionamento di nicchia. Abbiamo l’esperienza e il know-how per farlo,” ha detto Plein.

“La nuova partnership ci offre una grande opportunità per accelerare lo sviluppo già in corso di Billionaire Couture. Il talento di Philipp Plein gli ha permesso di costruirsi in breve tempo una forte posizione nel mercato della moda. Il suo gruppo rappresenta il partner ideale con cui potremo rafforzare e sviluppare il nostro brand a livello internazionale, ottimizzando le risorse e lavorando sinergicamente. Sono certo che Billionaire Couture otterrà risultati ottimali e grande successo", ha aggiunto Flavio Briatore.

Le identità dei due marchi saranno tenute separate, conservando ognuna la sua specificità.

Lanciato nel 2005, Billionaire Couture è nato da un’idea di Flavio Briatore, imprenditore italiano che voleva creare la prima linea di alta moda dedicata esclusivamente all’abbigliamento maschile. Billionaire Couture inaugurò una prima boutique a Porto Cervo, in Sardegna, cui fece seguito l’apertura di altre boutique a Las Vegas, a Dubai, a Mosca, Miami, Ginevra e, recentemente, a Milano. Al momento, l'etichetta conta 30 negozi e 48 punti vendita nel mondo.

Nel 2007, Briatore si è alleato con la business company Percassi, per sviluppare ed espandere il marchio ulteriormente. Nel 2015 , sotto la guida dell’amministratore delegato Laura Manelli, Billionaire Couture ha portato a termine un profondo processo di ristrutturazione e riorganizzazione.

Foto: Philipp Plein e Flavio Briatore
Foto: Philipp Plein by Terry Richardson, foto dell'ufficio stampa Philipp Plein