Aeffe: ricavi a +7,3 per cento nel trimestre

Fatturato a 102,2 milioni di euro (+7,3 per cento) per Aeffe nel primo trimestre.

Il consiglio di amministrazione di Aeffe Spa, società del lusso, quotata al segmento Star di Borsa Italiana, che opera sia nel settore del prêt-à-porter sia nel settore delle calzature e pelletteria con marchi tra cui Alberta Ferretti, Philosophy di Lorenzo Serafini, Moschino, Pollini, Jeremy Scott e Cédric Charlier, ha approvato ieri il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2019.

I ricavi della divisione prêt-à-porter sono stati pari a 77,9 milioni di euro,

I ricavi consolidati sono stati pari a 102,2 milioni di euro, rispetto ai 95,2 milioni di euro del primo trimestre 2018, con un incremento del 7,3 per cento a cambi costanti (+7,4 per cento a cambi correnti).

I ricavi della divisione prêt-à-porter sono stati pari a 77,9 milioni di euro, registrando un incremento dell’8,0 per cento a cambi correnti rispetto al primo trimestre 2018 (+7,9 per cento a cambi costanti).

I ricavi della divisione calzature e pelletteria hanno segnato un aumento del 4 per cento e ammontano a 33,3 milioni euro.

“Nel primo trimestre dell’anno in corso il gruppo ha continuato a registrare una buona progressione dei ricavi e della redditività, sia nel prêt-à-porter, sia nel segmento accessori, a testimonianza della validità della proposta stilistica e delle scelte strategiche adottate. Nonostante i segnali di incertezza macroeconomica e geopolitica, il Gruppo sta reagendo con determinazione e con uno spirito improntato allo sviluppo di collezioni dalla forte distintività per cogliere le opportunità che si creeranno in questo sfidante contesto di mercato”, ha detto, in una nota, Massimo Ferretti, presidente esecutivo di Aeffe Spa.

Nel primo trimestre 2019 le vendite sul mercato italiano sono cresciute dell’1,8 per cento a 46,1 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2018. Il mercato italiano è pari al 45,1 per cento del fatturato consolidato; tale incidenza si riduce al 32 per cento al netto dell’effetto delle vendite alla clientela straniera effettuate sul territorio nazionale.

A tassi di cambio costanti, nel primo trimestre 2019 le vendite in Europa, con un’incidenza sul fatturato del 22,7 per cento, hanno riportato una diminuzione dell’1,4 per cento . In Asia e nel Resto del mondo, il gruppo ha conseguito ricavi per 27,8 milioni di euro, con un’incidenza sul fatturato del 27,2 per cento, in aumento del 29,3 per cento a cambi costanti rispetto al primo trimestre 2018, grazie soprattutto al buon andamento dell’area della Greater China, che è cresciuta del 20,1 per cento, si legge in una nota.

Le vendite in America, con un’incidenza sul fatturato del 5 per cento, hanno registrato una crescita pari al 2,9 per cento a tassi di cambio costanti.

Foto: Alberta Ferretti website

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO