Aeffe: utile netto a +39 percento nel primo trimestre

Il consiglio di amministrazione di Aeffe, società del lusso, quotata al segmento Star di Borsa Italiana, ha approvato ieri il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2018.

I ricavi consolidati sono stati pari a 95,2 milioni di euro, rispetto ai 79,6 milioni di euro del primo trimestre 2017, con un incremento del 20,3 percento a cambi costanti (+19,7 percento a cambi correnti).

L'Ebitda è stato pari a 20,3 milioni (21,4 percento dei ricavi), rispetto ai 15,4 milioni di euro (19,4 percento dei ricavi) del primo trimestre 2017, con un miglioramento di 4,9 milioni di euro (+32 percento).

L'utile netto di gruppo, cui fanno capo i marchi Alberta Ferretti, Philosophy di Lorenzo Serafini, Moschino, Pollini, Jeremy Scott e Cédric Charlier, è stato pari a 11,3 milioni, rispetto all’utile di 8,1 milioni di euro del primo trimestre 2017, con un miglioramento di 3,2 milioni di euro (+39 percento).

I ricavi della divisione prêt-à-porter di Aeffe sono stati pari a 72,1 milioni

L'indebitamento finanziario netto è stato pari a 53,8 milioni di euro, rispetto ai 64,4 milioni di euro al 31 marzo 2017, con un miglioramento di 10,6 milioni.

Nel primo trimestre 2018, i ricavi consolidati del gruppo Aeffe sono stati pari a 95,2 milioni di euro rispetto ai 79,6 milioni del primo trimestre 2017, registrando una crescita del 19,7 percento a tassi di cambio correnti.

I ricavi della divisione prêt-à-porter sono stati pari a 72,1 milioni, registrando un incremento del 17,5 percento a cambi correnti rispetto al primo trimestre 2017.

I ricavi della divisione calzature e pelletteria hanno segnato un aumento del 26,2 percento e sono ammontati a 32,0 milioni.

“Il Gruppo è focalizzato su un percorso di costante crescita organica dei brand di proprietà e la continua progressione dei ricavi e della redditività, sia nel prêt-à-porter, sia nel segmento accessori, testimonia la validità della nostra proposta stilistica, delle scelte gestionali e degli investimenti effettuati. Considerando che la campagna vendite della stagione autunno inverno 2018-2019 si è conclusa con un incremento del 12 percento, continuiamo a guardare al futuro con positività”, ha detto Massimo Ferretti, presidente esecutivo di Aeffe.

Nel primo trimestre 2018 le vendite in Italia, pari al 47,6 percento del fatturato consolidato, hanno registrato, rispetto al primo trimestre 2017, una crescita molto positiva progredendo del 18,2 percento a 45,3 milioni.

A tassi di cambio costanti, le vendite in Europa, con un’incidenza sul fatturato del 21,7 percento, hanno riportato una progressione del 15 percento trainata in particolare dal buon andamento di Inghilterra, Germania e Spagna.

Il mercato russo, pari al 3 percento del fatturato consolidato, è cresciuto del 12,6 percento mostrando un buon recupero rispetto allo scorso esercizio.

Le vendite negli Stati Uniti, con un’incidenza sul fatturato del 5,2 percento, hanno registrato un calo pari all’11 percento a tassi di cambio costanti.

Nel 2017 la capogruppo Aeffe ha conseguito ricavi di vendita per 157,5 milioni di euro, in aumento dell’8 percento a cambi correnti rispetto all’esercizio 2016.

Foto: Alberta Ferretti website