Aeffe: vendite in Italia a +13 percento nei sei mesi

Il Gruppo Aeffe ha archiviato il primo semestre con un Ebitda in crescita del 35 percento a quota 21 milioni su 171,1 milioni di ricavi, in rialzo del 15 percento a cambi costanti e del 14 percento a cambi correnti.

L’utile netto è risultato in crescita del 79 percento a 8,3 milioni. Questi i dati annunciati dall'azienda, cui fanno capo i marchi Alberta Ferretti, Moschino, Pollini, Philosophy di Lorenzo Serafini, Jeremy Scott e Cédric Charlier, in una nota, venerdì scorso.

L'utile netto del Gruppo Aeffe è risultato in crescita del 79 percento a 8,3 milioni

Nel primo semestre le vendite in Italia, pari al 47 percento del fatturato consolidato, hanno messo a segno una crescita del 12,7 percento. Il fatturato in Russia (3 percento del giro d'affari) sono aumentate del 13,9 percento, +13,4 il resto d’Europa a cambi costanti.

Gli Stati Uniti (5 percentodel fatturato) sono cresciuti dell’1,6 percento a cambi costanti. Nel resto del mondo (23 percento del fatturato) i ricavi sono aumentati del 26 percento a cambi costanti.

L'azienda di San Giovanni in Marignano, quotata al segmento Star di Borsa Italiana, ha un indebitamento finanziario netto pari a 40,9 milioni, rispetto ai 67,1 milioni al 30 giugno 2017, con un miglioramento di 26,2 milioni di euro (indebitamento di 50,6 milioni di euro al 31 dicembre 2017).

“Valutiamo molto positivamente i risultati del primo semestre e siamo soddisfatti del continuo trend di crescita dei nostri brand di proprietà, soprattutto in un contesto macroeconomico caratterizzato da volatilità ed elevata competitività. La strategia di sviluppo e di investimenti di lungo termine si riconferma efficace e sostenibile, sia in termini di crescita delle vendite, sia della progressione più che proporzionale della redditività. Siamo quindi ottimisti per il 2018 e, alla luce della raccolta ordini delle pre-collezioni della stagione PE 2019, siamo fiduciosi anche per l’anno futuro”, ha detto Massimo Ferretti, presidente esecuitivo di Aeffe spa.

A livello di canale distributivo, nel primo semestre del 2018, il canale wholesale ha registrato a tassi di cambio costanti una crescita del 18,7 percento (+17,7 percento a tassi di cambio correnti) e rappresenta il 72 percento del fatturato.

Le vendite dei negozi a gestione diretta (canale retail) hanno evidenziato un incremento del 6,1 percento a tassi di cambio costanti (+5,4 percento a cambi correnti), pari al 25 percento delle vendite del Gruppo.

I ricavi per royalties sono aumentati del 7,2 percento, rispetto al primo semestre 2017 e rappresentano il 3 percento del fatturato consolidato.

Foto: Alberta Ferretti