• Home
  • News
  • Business
  • Aumento di capitale da 2,5 milioni per Mirta

Aumento di capitale da 2,5 milioni per Mirta

Scritto da Isabella Naef

15 apr 2020

Business

Mirta, la startup dedicata agli artigiani del made in Italy, chiude un aumento di capitale da 2,5 milioni di euro.

Grazie all’aumento di capitale, si legge in una nota, la startup punta ad accelerare l’espansione internazionale e ampliare le categorie di prodotto disponibili sulla piattaforma.

Tra gli investitori che hanno creduto nel progetto Alberto Genovese, già fondatore di Facile.it e Prima Assicurazioni, e da tempo dedicato alla scoperta di nuovi giovani di talento destinati a diventare protagonisti dell’economia di domani.

Il progetto di Mirta nasce nel 2019 dall’idea di Martina Capriotti e Ciro Di Lanno, due giovani imprenditori che dopo essersi formati tra le fila di Boston Consulting Group, hanno voluto trasformare la propria passione e l’esperienza accumulata negli anni in una realtà al servizio dell’eccellenza dell’artigianato italiano.

Nel dettaglio, Mirta supporta gli artigiani italiani e ne promuove il lavoro, facendoli conoscere in maniera diretta ai clienti in tutto il mondo, creando un collegamento diretto tra produttore e cliente finale, senza alcun intermediario, mettendo al centro le creazioni, il valore e la firma di ciascun artigiano.

I fondi serviranno ad accelerare l’espansione internazionale della piattaforma rafforzando la presenza nei principali mercati globali, tra cui Stati Uniti, Canada, Emirati Arabi, Svezia, Norvegia, Hong Kong, Singapore e Corea del Sud.

Foto: Mirta, dall'ufficio stampa