• Home
  • News
  • Business
  • Brooks Brothers: Sparc Group acquirente “civetta” per 305 milioni di dollari

Business

Brooks Brothers: Sparc Group acquirente “civetta” per 305 milioni di dollari

Scritto da Isabella Naef

24 lug 2020

Brooks Brothers annuncia oggi di avere depositato una mozione presso il Tribunale fallimentare degli Stati Uniti per il distretto del Delaware per ottenere dallo stesso l’approvazione di un accordo di cessione d’azienda in continuità operativa stipulato con l’offerente “civetta” Sparc Group Lllc.

L’udienza in tribunale per l’approvazione dell’offerta dell’acquirente “civetta” e le procedure d’asta si terrà il 3 agosto

Come spiega l'azienda in una nota, secondo i termini dell’accordo, Sparc intende acquisire sostanzialmente tutto il business globale della società per 305 milioni di dollari. "Sparc si è anche impegnata ad acquistare almeno 125 punti vendita al dettaglio di Brooks Brothers. L’accordo è soggetto all’approvazione del tribunale e a offerte migliori o più alte nell’ambito della procedura d’asta della società attualmente in corso", si legge nel comunicato.

L’udienza in tribunale per l’approvazione dell’offerta dell’acquirente “civetta” e le procedure d’asta si terrà il 3 agosto. La società sta richiedendo che la scadenza per le offerte competitive sia fissata al 5 agosto e che un’udienza formale per la vendita abbia luogo l’11 agosto.

Sparc è parzialmente posseduta da Authentic Brands Group (Abg)

Sparc è una società di vendita al dettaglio con una piattaforma multimarca che possiede oltre 2.600 punti vendita al dettaglio e all’interno di grandi magazzini, una piattaforma di ecommerce e clienti all’ingrosso in Nord America, Sud America, Europa e nell’area Asia-Pacifico. In quanto partner commerciale esclusivo per i marchi Aéropostale e Nautica, l'azienda effettua ogni anno vendite al dettaglio a livello globale per oltre 2,7 miliardi di dollari.

Sparc è parzialmente posseduta da Authentic Brands group (Abg), una società attiva nello sviluppo globale di marchi, nel marketing e nell’intrattenimento, che possiede un portafoglio di oltre 50 marchi nei settori media, intrattenimento e moda, inclusi Aéropostale e Nautica.

In lizza per l'acquisto della società anche una cordata italiana capitanata da Alessandro Giglio e Luciano Donatelli.

Lo studio legale per la ristrutturazione della Società è Weil, Gotshal, & Manges Llp, la banca d’investimento è PJ Solomon L.p, e il consulente finanziario è Ankura Consulting Group.

Fondata nel 1818, Brooks Brothers è stato il primo brand americano a offrire abbigliamento prêt-à-porter e ha continuato a farlo introducendo prodotti diventati iconici, tra cui i tessuti seersucker e madras, le camicie non- stiro con il collo button-down. Dalla sua fondazione a New York, che risale a più di 200 anni fa, il brand conta oggi 200 negozi in Nord America e 500 in 45 paesi nel mondo.

Il marchio, che meno di due anni fa aveva scelto Pitti Uomo per celebrare i 200 anni di vita è guidato da Claudio Del Vecchio, che ne è presidente e amministratore delegato e acquistò l'azienda da Marks & Spencer nel 2001 per 225 milioni di dollari. Oggi, quindi, il marchio fa capo alla Brooks Brothers Group del figlio del fondatore di Luxottica, Leonardo Del Vecchio.

Foto: Brooks Brothers via web