• Home
  • News
  • Business
  • Brunello Cucinelli conferma l'obiettivo di raddoppiare il fatturato entro il 2028

Brunello Cucinelli conferma l'obiettivo di raddoppiare il fatturato entro il 2028

Scritto da Isabella Naef

23 nov 2020

Business

“Abbiamo conseguito nel terzo trimestre di questo 2020 risultati davvero interessanti ed essendo giunti a più della metà dell’ultimo quarto, siamo in grado di immaginare anche per questo ultimo trimestre, dei risultati molto positivi che ci dovrebbero condurre a una chiusura dell’anno con una “leggera” diminuzione dei ricavi intorno al 10 per cento”. Con queste parole, Brunello Cucinelli, presidente esecutivo dell’omonima azienda del cachemire, ha commentato i dati economici raggiunti nel periodo che si è concluso il 30 settembre.

Nei primi nove mesi i ricavi netti sono amontati a 378,7 milioni di euro, in calo del -17,5 per cento

Il consiglio di amministrazione dell’azienda di Solomeo, quotata sul Mercato telematico azionario di Borsa Italiana, ha esaminato i ricavi netti della gestione al 30/09/2020. Numeri alla mano, nel terzo trimestre, la crescita è stata pari al +3,4 per cento a cambi correnti rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, che conferma le attese di incremento del fatturato. Significativo l’aumento dei ricavi in Nord America, Europa e Cina domestica: Nord America +9,2 per cento, Europa +7,7 per cento, Cina (incluso Hong Kong e Macao) +3,2 per cento, Italia -6,9 per cento, Resto del Mondo -5,7 per cento.

Nei primi nove mesi i ricavi netti sono amontati a 378,7 milioni di euro, in calo del -17,5 per cento a cambi correnti (-17,4 per cento a cambi costanti) rispetto ai 459,2 milioni di euro al 30 settembre 2019.

Il Nord America ha segnato una flessione del -21,4 per cento, l’Europa del -13,4 per cento, la Cina (incluso Hong Kong e Macao) del -12,6 per cento; il resto del Mondo del -13,9 per cento e Italia del -23,1 per cento.

Il wholesale segna una flessione del 9 per cento e il retail del 26,1 per cento.

“L’inizio del quarto trimestre conferma la significativa inversione di tendenza iniziata già nel terzo trimestre, ed è contraddistinto dall’equilibrio tra i mercati, con la ripresa e il dinamismo di Cina e Russia e i solidi risultati di Giappone e Usa, che compensano le difficoltà di una parte dell’Europa, lasciandoci intravedere una crescita dei ricavi anche in quest’ultima parte dell’anno”, ha spiegato, attraverso una nota, Cucinelli.

“La concretezza dei piani di crescita è supportata dalla raccolta ordini molto positiva della primavera estate 2021, e dall’allure che respiriamo intorno al brand”. ha aggiunto Cucinelli.

L’azienda prosegue con progetti di ampliamento, molti dei quali a cavallo tra il 2020 e 2021, come l’inaugurazione della nuova boutique di San Pietroburgo e di Omotesando a Tokyo, e il raddoppio della superficie del flagship di Madison Avenue a New York e della boutique di Las Vegas Crystals.

“Crediamo infine che il nostro progetto di crescita decennale 2019 – 2028, con l’obiettivo di raddoppiare il fatturato, non subisca interruzioni. Pur essendo oggi l’azienda la stessa di febbraio, riteniamo che sia ancora più solida e forte sotto molteplici aspetti”, si legge, ancora nella nota. Risorse umane, comunicazione, façonisti reattivi sono alcuni di questi aspetti.

Foto: Brunello Cucinelli website