Cucinelli: “2016 un anno particolarmente positivo”

Ricavi in crescita per Brunello Cucinelli. La griffe umbra del cachemire ha archiviato i primi nove mesi dell’anno con un fatturato in aumento del 9,7 percento a 348,4 milioni.

Importante l'aumento delle vendite sui mercati internazionali che hanno messo a segno un + 10,3 percento, mentre in Italia sono aumentate del 7,3 percento, a quota 64,3 milioni di euro.

Brunello Cucinelli: "ci aspettiamo un altro anno positivo sia per il fatturato, sia per i profitti"

“Siamo molto molto contenti dei risultati dei primi nove mesi dell’anno ed essendo ormai giunti a novembre possiamo dire di aspettarci un altro anno particolarmente positivo sia per il fatturato, sia per i profitti. Siamo anche molto soddisfatti della campagna vendite primavera estate 2017; l’ottimo giudizio unanime sia dei buyer, sia dalla stampa specializzata sullo stile, la manualità e la qualità del prodotto e il più che positivo sell out in questa stagione invernale ci fanno immaginare un 2017 molto positivo con una sana crescita di ricavi e redditività” ha sottolineato Brunello Cucinelli, presidente e amministratore delegato della griffe di Solomeo.

Per quanto riguarda le singole aree geografiche, sul mercato europeo è stato registrato un aumento dei ricavi pari al 7,1 percento, a quota 105,2 milioni (erano 98,2 milioni al 30 settembre 2015), e un peso sul fatturato del 30,2 percento.

Sul mercato nordamericano la cerscita dei ricai è stata pari al 7,2 percento, a 122,5 milioni di euro.

In Greater China, l'aumento dei ricavi è stato pari al 18,4 percento, con vendite che hanno raggiunto i 21,4 milioni di euro al 30 settembre 2016.

Nel resto del mondo, il fatturato è risultato in crescita del 29,1 percento, con ricavi pari a 35,1 milioni.

Foto: Brunello Cucinelli, dall'ufficio stampa

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO