(annuncio pubblicitario)
(annuncio pubblicitario)
Quanto devono vendere Adidas, Chanel e Moncler nelle vie più care dello shopping

New York City è stata a lungo vista come una delle città più costose al mondo in cui vivere. Perciò non dovrebbe essere una sorpresa che la Quinta strada di Manhattan continui a essere la strada commercialmemte più cara. La strada è riuscita a mantenere il suo titolo di "via più cara" per il terzo anno consecutivo nella 28esima edizione del rapporto di "Cushman & Wakefield's global flagship report Main Streets Across the World, Wakefield, con un canone medio annuo di 29066 euro per metro quadrato. Tuttavia, a differenza dei risultati dello scorso anno, che hanno visto quasi tutte le vie dello shopping del mondo aumentare gli affitti, quest'anno quasi tutte le vie dello shopping mondiali hanno ridotto i canoni di locazione. Una situazione che riflette i tempi turbolenti che stanno affrontando i retailer. Per esempio, gli affitti sulla Upper 5th Avenue sono diminuiti di circa il 14 percento.

Questo significa che, per la prima volta, a Manhattan gli affitti al dettaglio sono diminuiti nell' epoca "post recessione", visto che i retailer della High Street si trovano ad affrontare l'instabilità finanziaria e l'incertezza. Ma che cosa questa diminuzione di affitti significa veramente per i rivenditori che si trovano sulla Upper 5th Avenue? L'anno scorso FashionUnited ha calcolato che Tiffany, il cui flagship store al 727 della 5th Avenue è spesso citato come un punto di riferimento di New York, doveva vendere minimo, 78 anelli di fidanzamento con diamante (con un prezzo medio di 5630 dollari) ogni giorno, per coprire l'affitto. Quindi, ora, grazie alla flessione degli affitti,Tiffany ha bisogno di vendere "solo" 50 anelli di fidanzamento con diamamte ogni giorno per coprire l'affitto del suo flagship store per il 2016.

Con la maggior parte delle vie dello shopping che hanno mostrato canoni in riduzione, FashionUnited ha calcolato quello che i negozi delle prime dieci vie più costose al mondo dovrebbero vendere ogni giorno per coprire l'affitto annuo. I risultati possono sorprendere.

1. Upper 5th Avenue, Manhattan - Sede di Tiffany

Il flagship store iconico di Tiffany si estende su un totale di 4 227 metri quadrati. Il costo medio dell'affitto è sceso a 29 066 euro per metro quadrato all'anno, che significa che la griffe paga 122 milioni di euro di affitto annualmente. Uno delle più popolari collezioni di Tiffany in questo momento è la sua collezione di T, che comprende anelli di diamanti che al dettaglio costano una media di 2750 euro. Questo significa che, al fine di coprire il suo canone annuo, Tiffany deve vendere almeno 170 anelli T ogni giorno.

Quanto devono vendere Adidas, Chanel e Moncler nelle vie più care dello shopping

2. Causeway Bay, Hong Kong - Sede di Adidas

Anche se Causeway Bay è la patria di un certo numero di marchi di lusso, Adidas possiede 279 metri quadrati di punta qui e paga in media 27 884 euro per metro quadrato all'anno. Questo vede il retailer sportivo tedesco sborsare un totale di 7,8 milioni di euro di affitto all'anno e di 21 292 euro al giorno.Pertanto al fine di pagare il suo affitto, Adidas deve vendere almeno 296 paia delle sue scarpe da ginnastica famose Gazelle, che hanno un presso finale di 80 euro, ogni giorno.

Quanto devono vendere Adidas, Chanel e Moncler nelle vie più care dello shopping

3. Tsim Sha Tsui, Hong Kong - Sede di Louis Vuitton

Il marchio di lusso Louis Vuitton gestisce 1.749 metri quadrati di negozio su questa via dello shopping, pagando in media 26 297 europer metro quadrato all'anno, che è pari a 45,9 milioni di euro per l'affitto annuale. Una delle borse più famose della maisone è la Speedy 30, che vende al dettaglio a Hong Kong per 1000 euro secondo il negozio online di Louis Vuitton. Questo vuol dire che Louis Vuitton deve vendere almeno 135 Speedys 30 ogni giorno per coprire il suo canone annuo.

Quanto devono vendere Adidas, Chanel e Moncler nelle vie più care dello shopping

4. Times Square, New York - Sede di Levi's

L'etichetta del denim Levis possiede un negozio di 604 metri quadrati qui. Con una media di canone annuo che arriva a 19 377 euro per metro quadrato, questo significa che Levi's paga 11,7 milioni di euro per l'affitto ogni anno. I jeans bestseller continuano ad essere i suoi 501, che al dettaglio costano, in media, 55 euro. Pertanto al fine di garantire il suo affitto, Levi's deve vendere almeno 595 paia dei suoi jeans 501 originali.

Quanto devono vendere Adidas, Chanel e Moncler nelle vie più care dello shopping

5. Avenue des Champs-Élysées, Parigi - Sede di Louis Vuitton

Louis Vuitton ha un negozio di 1800 metri quadrati qui e paga in media 13 255 euro per metro quadrato. Secondo i nostri calcoli questo signifuca che Louis Vuitton paga un totale di 23,8 milioni di euro di affitto all'anno. Al momento la Speedy 30 Louis Vuitton costa 900 euro a Parigi e per assicurarsi il pagamento del canone sulla Avenue des Champs-Élysées, la griffe deve vendere, minimo, 86 Speedy ogni giorno.

Quanto devono vendere Adidas, Chanel e Moncler nelle vie più care dello shopping

6. Madison Avenue, New York City - Sede di Moncler

Il marchio del lusso outdoor Moncler ha recentemente aperto il suo flagship store in Madison Avenue, che misura 604 metri quadrati. Con un affitto medio annuale di 12 595 euro per metro quadrato, questo significa che Moncler deve pagare 7,6 milioni di euro di affitto all'anno. Per coprire questa cifra, Moncler deve venedere, minmo 16 capi Vallier il cui prezzo è di 1050 euro.

Quanto devono vendere Adidas, Chanel e Moncler nelle vie più care dello shopping

7. New Bond Street, Londra. Sede di Chanel

Lo store della griffe francese Chanel copre 1170 metri quadrati e paga in media 12 434 euro all'anno per metro quadrato. In totale Chanel dovrebbe pagare un affitto medio annuale di 14,5 milioni di euro, il che significa che dovrebbe vendere minimo 10 delle sue iconiche borse Reissue 225, vendute a 4500 euro per pezzo.

Quanto devono vendere Adidas, Chanel e Moncler nelle vie più care dello shopping

8. Ginza, Tokyo - Sede di Chanel

Non sorprende che Chanel abbia negozi in moltissine sedi, compreso Tokyo. Chanel qui ha una negozio di 1300 metri quadrati con un costo medio annuale dell'affitto di 12103 euro per metro quadrato, questo signifuca che Chanel paga un totale di 15,7 milioni di euro per il suo store di Ginza. Quindi, per pagare questo affitto Chanel ha bisogno di vendere, al minimo, 11 Reissue 225 ogni giorno.

Quanto devono vendere Adidas, Chanel e Moncler nelle vie più care dello shopping

9. Via Monte Napoleone, Milano - Sede diMoncler

Moncler ha anche un flagship store nel cuore di Milano, che misura 350 metri quadrati. Per tenere un negozio qui, Moncler paga in media un affitto di 12mila euro per metro quadrato, totalizzando 4,2 milioni di euro all'anno. Questo significa che Moncler deve vendere minimo 11 capi Vallier ogni giorno per coprire questo costo.

Quanto devono vendere Adidas, Chanel e Moncler nelle vie più care dello shopping

10. Via dei Condotti, Roma - Sede di Louis Vuitton

Louis Vuitton ha anche uno store in via dei Condotti. L'affitto medio per metro quadrato ammonta a 11mila euro all'anno, così, con uno store di 1200 metri quadrati, la casa di moda di lusso deve pagare 13,2 milioni di euro per l'affitto annuale. Al giorno l'affitto è pari a euro, così. Louis Vuitton deve vendere minimo 48 Speedy's al giorno, al prezzo di 970 dollari.

Quanto devono vendere Adidas, Chanel e Moncler nelle vie più care dello shopping

FashionUnited con l'elenco delle primi dieci vie dello shopping più costose del mondo spiega cosa significhi progettare l'apertura di un negozio in queste location prestigiose. E anche se quest'anno gli affitti sono diminuiti in tutto il mondo, ci sono state un paio di eccezioni alla regola. Per esempio, affittare su Ginza, a Tokyo ha segnato un aumento di 1.249 dollari per piede quadrato, facendo debittare la location nella top ten per la prima volta. Tuttavia, questo significa anche che altre vie dello shopping sono stati eliminate dalla top ten di FashionUnited, come la parte centrale d Hong Kong e la parte bassa della Quinta strada a New York. Sorprendentemente l'Avenue des Champs-Élysées a Parigi, è riuscita a ottenere un posto nella top 10 ancora una volta, a dispetto di un calo turistico in seguito agli attacchi terroristici dell'anno scorso.

Homepage foto: NYC 5th Avenue, via Wikicommons, by André D Conrad
Foto 1: Tiffany's 5th Avenue store, via Wikicommons
Foto 2: Adidas Hong Kong store, via Flickr: Ivan Walsh
Foto 3: Louis Vuitton Hong Kong store, via Wikicommons
Foto 4: Levi's Times Square store, via Facebook
Foto 5: Louis Vuitton Champs-Elysee, via Wikicommons
Foto 6: Moncler Vallier, via own website
Foto 7: Chanel New Bond Street store, par Clintmann
Foto 8: Chanel store, via Facebook
Foto 9: Via Monte Napoleone, via Wikimedia, by MaryG90
Foto 10: Louis Vuitton Rome, via Wikimedia, par Nicholas Gemini