EssilorLuxottica: emissione obbligazionaria per un valore di 5 miliardi di euro

EssilorLuxottica ha lanciato ieri un'emissione obbligazionaria per un importo complessivo di 5 miliardi di euro con una tranche a 3,5 anni, con cedola dello 0 per cento (rendimento negativo di -0,02 per cento), e altre tre tranche a 5,5, 8 e 12 anni, con cedola rispettivamente dello 0,1250 per cento, 0,375 per cento e 0,75 per cento (le “obbligazioni”).

Come spiega il management del gruppo di Charenton-le-Pont, Francia, in una nota, l'operazione ha fatto registrare "una domanda finale di oltre 13 miliardi di euro da investitori istituzionali di elevata qualità, confermando l'elevata fiducia degli investitori nel modello di business di EssilorLuxottica e la qualità del suo profilo di credito".

Le obbligazioni saranno quotate su Euronext Paris alla data del regolamento, attesa per il 27 novembre

Questa emissione, in particolare, permette a alla società di rifinanziare una parte del corrispettivo da pagare in relazione alla potenziale acquisizione di GrandVision e l’indebitamento di GrandVision al momento della sua acquisizione, di rifinanziare l'indebitamento esistente del gruppo, incluso quello in scadenza nel 2019, e di finanziare la gestione operativa aziendale.

Le obbligazioni saranno quotate su Euronext Paris alla data del regolamento, attesa per il 27 novembre.

Nella nota viene specificato il divieto di vendita agli investitori retail nello spazio economico europeo. "Non è stata intrapresa o sarà intrapresa alcuna azione per rendere disponibili le obbligazioni a nessun investitore retail nello Spazio economico europeo ("See").

Inoltre, le obbligazioni, sottolinea l'azienda, saranno offerte o vendute solo in transazioni offshore al di fuori degli Stati Uniti d'America, in conformità al Regolamento S del Securities Act. EssilorLuxottica non intende registrare alcuna parte dell'offerta delle obbligazioni negli Stati Uniti e nessuna offerta pubblica verrà effettuata negli Stati Uniti.

Le obbligazioni non possono e non saranno offerte, vendute o acquistate in Australia, Canada o Giappone.

EssilorLuxottica ha archiviato il primo semestre con fatturato in crescita del +7,3 per cento (+3,9 per cento a cambi costanti).

Il giro d'affari del secondo trimestre è risultato in crescita rispetto al primo trimestre a cambi costanti.

“Siamo contenti dei risultati del primo semestre che evidenziano vendite in crescita e una solida tenuta della redditività. La qualità del nostro lavoro si rispecchia non solo nei numeri ma anche nella conferma della fiducia e della collaborazione di Bulgari e di altre importanti maison del lusso e della moda. Ci aspettiamo ora una seconda metà dell’anno di ulteriore crescita e forte miglioramento della redditività rispetto all’anno scorso, anche grazie al lancio sul mercato di una nuova generazione di prodotti che ci consentiranno di migliorare l’esperienza del consumatore. Le sinergie attese sono ben indirizzate e le coglieremo nel rispetto di quanto già comunicato al mercato”, commentava, la scorsa estate, il presidente esecutivo Leonardo Del Vecchio.

EssilorLuxottica ha registrato ricavi per 8.776 milioni di euro, in crescita del 7,3 per cento (+3,9 per cento a cambi costanti). Nel corso del primo semestre, la divisione retail è cresciuta del 3,6 per cento a cambi costanti, in decelerazione nel secondo trimestre a causa delle difficoltà della catena Sears e delle avverse condizioni climatiche riscontrate tra maggio e inizio giugno. I ricavi online sono risultati in aumento del 14 per cento, a cambi costanti.

Foto: EssilorLuxottica website

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO