Fusione Essilor-Luxottica: l'Antitrust Ue incontra le aziende

I tempi per la fusione Essilor Luxottica potrebbero slittare al 2018, mentre la chiusura dell'operazione era stata preventivata a fine anno. Il via libera dell'Antitrust Ue, infatti, potrebbe tardare ad arrivare poichè i due colossi dell'occhialeria sono primo e secondo operatore in tutti i principali mercati di riferimento, motivo per cui l'Antitrust ha bisogno di maggior tempo prima di dare l'ok a una società da circa 50 miliardi di euro di capitalizzazione. L'Antitrust Ue incontrerà rappresentanti di Luxottica ed Essilor questa settimana per esprimere preoccupazione circa la loro fusione, ha scritto l'agenzia di stampa Reuters qualche giorno fa. Secondo l'agenzia, "la mossa dimostra che la Commissione vuole concessioni per affrontare le loro preoccupazioni e che sono pronti ad aprire un'indagine approfondita se queste non saranno date o saranno insufficienti". L'operazione di fusione è stata notificata il 22 agosto, e la Commissione prevede di rispondere entro il 26 settembre.

Secondo un report di Euromonitor, alle due aziende farebbe capo una quota del mercato dell’occhialeria pari al 40 percento in Nord America, al 41 percento in Australia e Asia, al 30 percento in America Latina, al 15 percento nell’est Europa e al 20 percento in Europa occidentale.

E' così che la fusione annunciata lo scorso gennaio, dalle due realtà e che porterà alla nascita del colosso dell'occhialeria "EssilorLuxottica", quotato a Parigi (che avrà più di 140.000 dipendenti e vendite in oltre 150 Paesi), si concretizzerà, forse, un po' più avanti rispetto a quanto preventivato.

Stando ai dati annuali del 2015 delle due realtà, il nuovo gruppo avrebbe realizzato ricavi netti per oltre 15 miliardi e un Ebitda netto combinato di circa 3,5 miliardi.

Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica sarà il maggiore azionista della società. A Del Vecchio, che guiderà l'azienda in qualità di presidente esecutivo e amministratore delegato, farà capo una quota compresa tra il 31 e il 38 percento.

Qualche mese fa Del Vecchio aveva sottolineato: "con questa operazione si concretizza il mio sogno di dare vita a un campione nel settore dell'ottica totalmente integrato ed eccellente in ogni sua parte.Sapevamo da tempo che questa era la soluzione giusta ma solo ora sono maturate le condizioni che l'hanno resa possibile".

L’amministratore delegato di Essilor, Hubert Sagniéres, sarà il vice presidente esecutivo e vice amministratore delegato.

Foto: Luxottica website
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO