Giglio Group punta sul mercato cinese

Giglio Group spa, piattaforma di ecommerce 4.0, ossia a "filiera completa" con l'integrazione di più canali, quotata sul mercato Mta-Star di Borsa Italiana, punta sulla Cina. L'azienda ha già da tempo investito su questo mercato che da solo produce circa l’83 per cento delle vendite ecommerce mondiali.

"L’obiettivo da qui ai prossimi 5 anni in Cina prevede un’espansione sia per quanto riguarda gli accordi con nuovi brand, che dovrebbero arrivare a circa 50, sia per ciò che concerne il numero dei marketplace", ha spiegato il management in un comunicato.

" L’effetto combinato della crescita attesa del portafoglio marchi e delle partnership con i marketplace in Cina rende concreta la proiezione di arrivare a un’incidenza del mercato cinese a circa il 30 per cento del fatturato complessivo del gruppo entro i prossimi cinque anni", è stato specificato nella nota.

L'azienda opera attraverso le divisioni Ibox Digital e IBox Distribution, che oggi contano 12 nuovi accordi già siglati e 34 in fase finale di negoziazione che si aggiungono ai 70 brand già in portafoglio. L’ecommerce 4.0 si è sviluppato nel corso del 2018 anche grazie agli accordi strategici siglati con due operatori di tecnologia abbinata all’ecommerce: Oracle e Sopra Steria.

Attualmente Ibox Distribution distribuisce 46 brand attraverso 78 markeplace nel mondo ed entro la fine del 2019, prevede di definire nuovi accordi con altre piattaforme online, sia per consolidare i mercati già presidiati (tra cui Usa, Russia, Cina e Australia), sia per espandersi in mercati emergenti come America Latina, India, Emirati Arabi e Canada.

Foto: Pexels
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO