• Home
  • News
  • Business
  • Giorgio Armani, Remo Ruffini e Diego Della Valle sul podio in quanto a reputazione online

Business

Giorgio Armani, Remo Ruffini e Diego Della Valle sul podio in quanto a reputazione online

Scritto da Isabella Naef

22 gen 2021

Giorgio Armani, Remo Ruffini e Diego Della Valle sono i capi d'azienda che godono della migliore reputazione. Secondo l’osservatorio di Reputation Science, che analizza l’andamento della Web reputation dei top manager delle principali aziende italiane, infatti, nel 2020 è Giorgio Armani (60,49), il numero uno del cluster fashion. Secondo l’osservatorio, Armani raggiunge la prima posizione "grazie alla sua lettera diretta al mondo della moda in cui definì immorali gli sprechi del suo stesso settore e alle forti dichiarazioni sul corpo femminile "stuprato dagli stilisti", si legge in una nota.

Fondamentale, secondo l’osservatorio di Reputation Science, anche la decisione di Armani, di spostare la sfilata privè da Parigi a Milano per aiutare la città durante il periodo più difficile legato alla pandemia.

Al quarto posto c'è Leonardo Del Vecchio, fondatore e Presidente di Luxottica

La graduatoria prende in esame i canali del web 1.0 (news e menzioni), quelli sul web 2.0 (blog, social network) e l’evoluzione storica, calcolando per ogni contenuto l’apporto reputazionale in termini sia quantitativi (volumi) che qualitativi (valori). Il periodo di analisi si riferisce a gennaio-dicembre 2020.

Al secondo posto troviamo Remo Ruffini (59,28), presidente e amministratore delegato di Moncler, grazie alla donazione di dieci milioni di euro per l’emergenza coronavirus, all’acquisizione di Stone Island per 1,15 miliardi e all’importante obiettivo dichiarato di azzerare le emissioni di Co2 delle sedi e dei negozi Moncler entro il 2021.

Sul podio, al terzo posto, l'osservatorio mette Diego Della Valle (55,54), anche lui protagonista della battaglia solidale a favore delle famiglie dei sanitari morti a causa del Covid; fondamentale poi nel 2020, il lancio della campagna #TodsTogether, per celebrare i valori dello "stare insieme".

Al quarto posto c'è Leonardo Del Vecchio, fondatore e Presidente di Luxottica (55,46), che conquista la posizione grazie alla scelta di istituire un bonus per i propri dipendenti che hanno lavorato durante la pandemia, e la cassa integrazione al 100 per cento per tutti gli altri, oltre al taglio degli stipendi dei manager.

Miuccia Prada, amministratore delegato insieme al marito Patrizio Bertelli, del gruppo Prada è al quindo posto (55,05): grazie al lancio della prima collezione con Raf Simons e alla scelta di donare sei postazioni di terapia intensiva agli ospedali di Milano.

Al sesto posto c'è Brunello Cucinelli (54,67): vincente per lui il lancio della proposta di un contratto sociale con il Creato; per prendersi cura del nostro Pianeta e la donazione dei capi invenduti in beneficienza per un valore di 30 milioni.

Il settimo posto è di Renzo Rosso, presidente di Otb (54,37), l'ottavo di Elisabetta Franchi, seguita da Federico Marchetti fondatore e presidente di Ynap (50,03) e da Mario Moretti Polegato, fondatore e presidente di Geox con un punteggio di 44,54.

Foto: Remo Ruffini, dall'ufficio stampa