Hermès ha archiviato il primo trimestre dell’anno con ricavi consolidati pari a 1,394 miliardi di euro, in rialzo dell’11 percento a tassi di cambio costanti.

Una crescita, ha sottolineato il sellaio di rue du Faubourg Saint-Honoré, che ha riguardato tutte le divisioni e tutte le aree geografiche.

Per il futuro, almeno a medio termine, il gruppo del lusso conferma, malgrado le incertezze economiche e geopolitiche, "un ambizioso obiettivo di crescita per il giro d’affari a tassi di cambio costanti”.

Axel Dumas, ceo di Hermès ha parlato del trimestre "come superiore agli obiettivi annuali"

Il manager ha anche parlato di contesto favorevole dell'industria del lusso e di "appetito" per la moda in tutti i Paesi.

La società ha regsitrato un giro d'affari pari a 691 milioni di euro nella divisione pelletteria-selleria e ha recentemente inaugurato la sedicesima manifattura in Francia, nel Doubs, e ha dato il via ai lavori di costruzione di altri due stabilimenti che saranno pronti nel 2020.

Foto: Hermès website