Inditex: utili e fatturato in crescita nei nove mesi

Inditex, società spagnola cui fanno capo, tra gli altri, i marchi Zara, Pull&Bear, Massimo Dutti, Bershka, Stradivarius, Oysho, Zara Home e Uterqüe, ha reso noto di aver riportato nei nove mesi compresi tra febbraio e ottobre un utile netto in rialzo del 6,2 percento.

I profitti hanno toccato quota 2,34 miliardi di euro, rispetto ai 2,21 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno.

Il giro d'affari di Zara è risultato in aumento del 9,5 percento a 17,96 miliardi.

Il giro d'affari è risultato in aumento del 9,5 percento a 17,96 miliardi.

L'azienda aveva archiviato i primi sei mesi dell'anno con un utile netto pari a 1,4 miliardi di euro, in crescita del 9 percento rispetto agli 1,3 miliardi dello stesso periodo dell'anno precedente. I ricavi sono risultati in crescita dell'11,5 percento a 11,7 miliardi.

Il numero dei negozi del gruppo ammonta a 7504 ed è stato appena tenuto a battesimo uno store in Bielorussia.

Nei nove mesi l'azienda ha aperto nuovi negozi in 52 mercati, inclusi Usa, Vietnam, Cina e Turchia. L'online raggiunge 45 mercati, contando il lancio di www.zara.com in India. L'ecommerce di Bershka, inoltre, ha aperto in Usa.

Nel dettaglio i negozi aperti nei nove mesi sono 212, di cui 74 in Europa, 48 in America e 90 in Asia e nel resto del mondo.

Nel dettaglio i negozi aperti nei nove mesi sono 212, di cui 74 in Europa, 48 in America e 90 in Asia e nel resto del mondo.

In espansione anche l'insegna Zara Home che ha aperto a Riad (Arabia Saudita), a Las Condes a Santiago de Chile (Chile); ad Hangzhou e Shenzhen.

Anche Uterqüe, il marchio dedicato agli accessori procede nel suo sviluppo con nuove aperture a Mosca, a Breslavia, in Polonia, e a Riad in Arabia Saudita. Uterqüe è entrata anche in nuovi mercati come la Romania.

Foto: Zara website