Istat: l'economia frena ancora, ma meglio degli ultimi mesi

Tempi ancora incerti per l'economia italiana e per il settore manufatturiero.

Mentre si aspettano i dati definitivi relativi all'andamento dei saldi estivi che stanno coinvolgendo circa 22 milioni di italiani, l'Istat rileva che la fiducia delle imprese e i ritmi produttivi segnano un rallenatmento.

Nel dettaglio, come sottolinea Confesercenti, l'Istat ha annunciato che “l‘indicatore composito anticipatore dell’economia italiana evidenzia un ulteriore calo, seppur di intensità più contenuta rispetto alle flessioni degli ultimi mesi”.

Istat: l’area euro ha registrato un rallentamento dei ritmi produttivi

L’Istat nella nota mensile, ha sottolineato che la fiducia delle imprese ha segnato a luglio “un incremento, tuttavia l’indice del trend, ricalcolato sulla base degli indicatori mensili più recenti”, segnala ancora una frenata. Quest'ultima, però, con un ritmo inferiore.

”In un contesto caratterizzato dal proseguimento della flessione del commercio internazionale e della crescita dell’economia statunitense, nel secondo trimestre l’area euro ha registrato un rallentamento dei ritmi produttivi”, ha premesso l’Istat nella nota.

Focalizzando l’attenzione sull‘Italia, l’Istituto ha evidenziato come le imprese manifatturiere abbiano “registrato una diminuzione dei livelli di attività, mentre l’occupazione ha continuato a espandersi e le tendenze deflazionistiche si sono attenuate”.

Foto: Saldi, Confcommercio web site

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO