• Home
  • News
  • Business
  • Italianneverstops: Assopellettieri e Unic sostengono il sistema

Italianneverstops: Assopellettieri e Unic sostengono il sistema

Scritto da Isabella Naef

11 mar 2020

Business

Il made in Italy così tanto apprezzato all'estero è deciso a combattere questa emergenza data dall'epidemia del coronavirus. Mentre le aziende e le principali associazioni di categoria chiedono aiuti cospicui al Governo, i pellettieri e le concerie italiane si uniscono per sostenere il sistema.

#italianleatherneverstops: la pelle italiana non si ferma

"Il nostro Paese è stato improvvisamente e duramente colpito dall’emergenza sanitaria causata dal coronavirus, un’emergenza epocale, con cui, quantomeno nella sua storia più recente, non si è mai dovuto confrontare. Il Governo italiano ha adottato misure di contenimento eccezionali, che ci auguriamo diano risultati positivi nel più breve tempo possibile. E’ certamente una situazione difficile quella che stiamo vivendo, ma le aziende conciarie italiane, che come Unic-Concerie Italiane ci onoriamo di rappresentare, continuano nella loro attività, con rinnovata forza, coraggio e consapevolezza", ha detto, in una nota, Gianni Russo, presidente di Unic.

"Le concerie italiane, con una solida e responsabile visione di impresa e un impegno finanziario significativo e crescente, sono da sempre all’avanguardia nella ricerca di soluzioni sostenibili e si pongono come garanzia di qualità per tutta la filiera di riferimento. Anche nei momenti di difficoltà come l’attuale, sanno dare prova di preparazione e affidabilità", ha aggiunto Russo, lanciando l'hastag #italianleatherneverstops .

A questo appello ha prontamente risposto anche Assopellettieri. "Questa condizione ci sta costringendo a ripensare il nostro modo di vivere, di lavorare, di socializzare; ma è proprio nei momenti di crisi che si rivelano le risorse insite nel genere umano: la caparbietà, la genialità, la solidarietà, la capacità di adattamento, la ricerca di nuove soluzioni, il tutto accompagnato da un grande senso di responsabilità. Responsabilità chiesta a gran voce dal Governo Italiano che sta adottando misure di contenimento eccezionali che, con la collaborazione di tutti, ci auguriamo possano avere presto i riscontri positivi auspicati", ha detto Franco Gabbrielli, presidente di Assopellettieri.

"Assopellettieri è in prima linea a favore dei propri associati e del mondo della pelletteria italiana: fin da subito ha messo a disposizione un servizio di “help desk”a favore di tutte le aziende associate con lo scopo di sostenerle nell’assunzione di difficili decisioni in materia di gestione del ciclo produttivo, dei lavoratori e della finanza aziendale, nonché per tenerle aggiornate in tempo reale, mediante il servizio di informazione anche a mezzo social network, sui principali temi economici e di impresa implicati nell’emergenza", ha aggiunto Gabbrielli.

La pelletteria italiana rappresenta una quota di export di oltre 8 miliardi e mezzo nei primi 10 mesi del 2019. "Difenderemo con tutte le nostre forze questo settore e le piccole e medie imprese che ne rappresentano il cuore pulsante, orgoglio di un’Italia che lavora sodo, si piega ma non si spezza e sa fare cerchio attorno alle proprie eccellenze, ancora di più nei momenti di difficoltà" ha sottolineato il presidente di Assopellettieri.

Foto: Unic, dall'ufficio stampa