Marcolin si allea con Lvmh

Come ventilato qualche settimana fa Marcolin ha stretto una alleanza con Lvmh.

L'azienda di occhialeria, infatti, ha confermato un rifanziamento del proprio debito esistente tramite l'emissione di nuovi titoli senior secured non convertibili per un ammontare fino a 250 milioni di euro e con scadenza al 2023. Altre risorse giungeranno da una linea di credito revolving attivabile per 40 milioni di euro e da un nuovo aumento di capitale da 21,9 milioni di euro collegato alla formazione di una "nuova joint venture con Lvmh".

La joint venture con Lvmh prevede, a partire dal 2018, la progettazione e la produzione degli occhiali per i marchi Céline e Louis Vuitton, con l'obiettivo di fare di Marcolin il partner privilegiato nel settore di tutto il colosso del lusso francese. Nel dettaglio, Lvmh e Marcolin controlleranno rispettivamente il 51 percento e il 49 percento del capitale della joint venture.

"Safilo deve sempre essere pronta e preparata nel caso una licenza non si rinnovasse. Le licenze vengono e vanno. La scelta di Lvmh non cambia la nostra scelta, anzi rafforza la nostra strategia di essere indipendenti", queste le parole di Luisa Delgado, amministratore delegato di Safilo, commentando l'annuncio dell'accordo tra Marcolin e Lvmh, e il conseguente rischio di perdita delle licenze Lvmh da parte di Safilo. "Una joint venture sarebbe stata contraria ai nostri piani di rafforzamento dei marchi di proprietà, a oggi 35 milioni di pezzi prodotti, il 23 percento del fatturato", ha detto la manager, come riporta l'agenzia di stampa Ansa.

Foto: Marcolin website
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO