Monnalisa si quota a giugno

Monnalisa, azienda toscana specializzata nell'abbigliamento per bambini, fa rotta verso piazza Affari. La società, infatti, ha avviato il percorso verso la quotazione sul mercato Aim Italia, dedicato alle piccole e medie imprese.

L'azienda è stata fondata nel 1968 da Piero Iacomoni e dalla moglie Barbara Bertocci, oggi rispettivamente presidente del consiglio di amministrazione e direttore creativo.

La quotazione è prevista entro giugno e ha l’obiettivo di accelerare ulteriormente la crescita e la presenza internazionale del gruppo, con particolare riferimento al canale retail e all’ecommerce.

Il 7 maggio è partito il road show di Monnalisa

Monnalisa, che è guidata da Christian Simoni, è certificata Elite-Borsa Italiana dall'aprile 2016. Il giro d'affari consolidato 2017 è stato pari a 47,7 milioni di euro (+18 percento rispetto all'anno precedente), l'Ebitda pari a 6,57 milioni (+56,6 percento). L'export è stato pari al 67 percento dei ricavi.

La società distribuisce in oltre 60 Paesi, sia in flagship store diretti, sia nei department store del mondo, e in oltre 800 punti vendita multibrand.

Il 7 maggio è partito il road show. L'azienda, il cui quartier generale si trova ad Arezzo, punta a raccogliere 20 milioni in parte attraverso un aumento di capitale (fino a 17 milioni, già deliberato dall'assemblea) e in parte mediante la cessione di azioni da parte della holding Jafin, a cui la famiglia Iacomoni ha conferito il 100 percento di Monnalisa.

Alla fine del processo di quotazione sul mercato andrà intorno al 30 percento del capitale.

Il road show, che ha preso il via a Milano, proseguirà a Francoforte, Madrid, Parigi, Londra e Lugano.

Foto: Monnalisa website
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO