Nessuna sanzione per chi non accetta i pagamenti con le carte

Bloccate le sanzioni fino a 30 euro per i commercianti e i professionisti che non accettano i pagamenti con carte di credito o Bancomat. Questo quanto deciso, in un parere depositato il primo giugno, dal Consiglio di Stato.

In sostanza, il provvedimento che prevedeva le sanzioni, superando le indicazioni generiche della norma madre, faceva riferimento all’articolo 693 del Codice penale, secondo cui "chiunque rifiuta di ricevere, per il loro valore, monete aventi corso legale nello Stato, è punito con la sanzione amministrativa fino a trenta euro".

Con il parere depositato il primo giugno, dal Consiglio di Stato, rimane quindi l’obbligo per chi vende prodotti o presta servizi di possedere strumenti in grado di consentire il pagamento tramite carte, ma non è prevista alcuna sanzione in caso di mancata installazione del Pos o di mancata accettazione del pagamento.

Foto: Confcommercio website