• Home
  • News
  • Business
  • Otb chiude il 2020 con un fatturato in flessione del 14 per cento

Business

Otb chiude il 2020 con un fatturato in flessione del 14 per cento

Scritto da Isabella Naef

10 feb 2021

Il gruppo Otb, cui fanno capo Diesel, Maison Margiela, Marni, Viktor&Rolf, Amiri, Staff International, Brave Kid, ha archiviato l’esercizio 2020 con un giro d’affari in contrazione del 14 per cento rispetto all’esercizio precedente, a quota 1.238 milioni di euro.

Maison Margiela ha registrato un incremento di fatturato del 20 per cento

"Forte di una visione strategica di lungo periodo, nel corso dell’anno appena concluso Otb ha messo in atto azioni tempestive di risposta all’emergenza, e ha realizzato interventi strutturali importanti e progetti chiave che da un lato hanno minimizzato gli impatti della pandemia sul fatturato, e dall’altro hanno rafforzato i parametri fondamentali di stabilità e solidità del gruppo", si legge in una nota.

"Da evidenziare l’incremento di fatturato del 20 per cento di Maison Margiela che ha registrato crescite in tutte le geografie e in tutti i canali", ha specificato il management nella nota.

A livello di gruppo, l’online ha visto una crescita di oltre il 26 per cento nei canali diretti. Il risultato più importante è stato quello di Diesel che, anche grazie al lancio di Moon, la piattaforma omnichannel che permette un'esperienza di shopping digitale completa, fluida e personalizzata, ha visto le vendite dell’ecommerce diretto attestarsi al 13,3 per cento del volume d’affari complessivo, contro il 7,9 per cento dell’anno precedente. Il peso del canale online, considerando anche le vendite indirette, rappresenta ormai più del 24 per cento del business totale di Diesel.

"La ricerca di efficienze è stato un altro importante stream della ‘War room’, il team di lavoro interno al gruppo istituito all’inizio dell’emergenza per gestire la situazione di crisi: sono state messe in atto azioni ‘one off’ per minimizzare gli impatti economici dovuti alla pandemia, ma soprattutto si è accelerata la realizzazione di interventi strutturali già previsti che impatteranno positivamente anche sugli anni a venire", ha aggiunto il management.

Tra i più importanti, figura il progetto di digital transformation che prevede l’applicazione di nuove tecnologie e soluzioni innovative a molti processi e attività del Gruppo.

La posizione finanziaria netta del gruppo, esclusi gli effetti Ifrs16, rimane positiva ed è migliorata di oltre 50 milioni di euro nel 2020, attestandosi a quota 175 milioni di euro, rispetto ai 124 del 2019, anche tenendo conto di investimenti in crescita rispetto all’anno precedente e dell’impatto della pandemia, in particolar modo nel primo semestre.

L’Ebitda del gruppo è pari a 176 milioni di euro, l’Ebit è positivo per 13,5 milioni di euro rispetto ai 17,7 del 2019, al netto di accantonamenti straordinari e non ricorrenti per 21,1 milioni di euro, senza i quali l’Ebit 2020 ammonterebbe a 34,6 milioni.

Foto: Il quartier generale di Otb, dall'ufficio stampa