Ovs punta a raccogliere 400 milioni con la quotazione

Borsa sempre più vicina per Ovs. L'azienda punta a questo traguardo con un flottante tra il 40 e il 50 percento del capitale attraverso un'offerta pubblica di vendita e sottoscrizione, che prevede, unitamente alla vendita di azioni da parte degli azionisti, un aumento di capitale intorno ai 350 milioni di euro.

Secondo Reuters, che cita uno studio di Banca Imi, global coordinator dell'operazione, la società si attribuisce un "core equity evaluation range" tra 548 e 699 milioni prima dell'aumento di capitale.

Ovs è controllata da Bc Partners che detiene una quota pari all' 80,81 percento, da Ontario Limited con il 13,73 percento e da Gb Holding con il 4,58 percento. Un altro 0,75 percento fa capo al management.

La valutazione di Banca Imi si è basata sull'analisi di altre aziende simili come H&M, Gap e Mark and Spencer

La valutazione di Banca Imi si è basata sull'analisi di altre aziende che operano nel settore, come H&M, Gap, Next, Mark and Spencer.

Dallo studio è emerso che l'obiettivo della quotazione è la riduzione del forte indebitamento del gruppo, derivante dall'operazione di buyout, che la società vorrebbe portare sotto 2 volte l'Ebitda (dalle 5,5 volte del 2013).

Alla fine del 2013 il debito netto dell'azienda ammontava a 726,1 milioni, il giro d'affari era pari a 1,136 miliardi.

Foto: Lo store Ovs di via Dante, a Milano
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO