Ovs: vendite nette in calo nell'H1 2019

La quota di mercato di Ovs è pari all’8 per cento, in leggero aumento rispetto al primo semestre del 2018, come si legge in una nota dell'azienda guidata da Stefano Beraldo.

Le vendite nette del primo semestre sono state pari a 650,6 milioni ( -2,4 per cento rispetto allo scorso anno). Le vendite a parità di perimetro risultano in calo del 4 per cento. L'Ebitda rettificato è stato pari a 62,5 milioni, in linea con le aspettative. L’Ebitda reported è positivo per 137,3 milioni.

La quota di mercato di Ovs è pari all’ 8 per cento

"La redditività del Gruppo nel primo semestre è risultata in linea con le aspettative, nonostante, come evidenziato in sede di pubblicazione dei risultati del primo trimestre del 2019, il mercato di riferimento nei mesi di aprile e maggio abbia registrato cali significativi complice un ritardo nell’inizio della stagione primavera-estate. Il clima si è poi assestato in giugno e le vendite di Gruppo hanno sovraperformato il mercato di riferimento", ha commentato, nella nota, l'amministratore delegato Stefano Beraldo.

"Molte sono le attività poste in essere al fine di rendere l’azienda sempre più reattiva e veloce: il sourcing con nuovi fornitori di prossimità per le merci più influenzate dal fattore moda e dal clima; nuovi accordi con fornitori al fine di manovrare sempre meglio gli acquisti in-season; la miglior gestione post distribuzione nei punti vendita; e, la nuova gestione unitaria dello stock tra le diverse business unit", ha aggiunto il ceo.

A settembre, inoltre, si legge nel comunicato, partirà una campagna di comunicazione dedicata alla bellezza della diversità dei modi di essere. "Confidiamo che i nostri clienti possano apprezzare il grande lavoro svolto sul prodotto, caratterizzato da importanti rinnovamenti, che nell’uomo sono stati affidati alla direzione stilistica impressa da Massimo Piombo", ha detto Beraldo.

Le vendite della rete in franchising sono aumentate dell’8,9 per cento anche a seguito delle maggiori aperture effettuate negli ultimi 12 mesi. Le vendite della rete diretta hanno contribuito in maniera determinante nell’attività di diminuzione delle scorte.

La diminuzione della marginalità è stata parzialmente compensata dall’attività di cost-saving iniziata lo scorso anno, prosegue la nota, "se da un lato l’attività promozionale ha assunto un carattere eccezionale, esaurendosi nel primo semestre del 2019, l’attività di revisione del punto di break-even del Gruppo proseguirà nel corso dell’anno e i suoi effetti perdureranno.

A fine luglio l'azienda ha annunciato che, entro il 2020, arriverà al 100 per cento del cotone utilizzato nelle collezioni sostenibile. L'azienda includerà cotone organico, cotone proveniente da coltivazioni Bci, acronimo di Better cotton initiative, o riciclato (nel 2018 questo materiale rappresentava quasi il 70 per cento della produzione totale). Un obiettivo che, in termini di impatto ambientale, si tradurrà in un risparmio di circa 14 miliardi di litri d’acqua, una significativa riduzione di pesticidi (15 tonnellate) e di Co2 (circa 6000 tonnellate).

Foto: Ovs press office

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO