Per Tod's risultati del trimestre in linea con le attese

Tod's ha registrato vendite a cambi costanti pari a 234,1 milioni di euro nel primo trimestre 2018, con risultati positivi in tutti i mercati esteri.

L'azienda, quotata alla Borsa di Milano e a capo dell’omonimo gruppo italiano del lusso, attivo nella creazione, produzione e distribuzione di calzature, accessori e abbigliamento con i marchi Tod’s, Hogan, Fay e Roger Vivier, ha approvato i dati di vendita relativi al primo trimestre 2018.

“I risultati del trimestre sono in linea con le nostre attese e, come previsto, non sono ancora visibili gli effetti dovuti al nuovo modello di business in atto. Il piano di sviluppo futuro è in pieno svolgimento e tutte le persone coinvolte stanno lavorando molto bene. Siamo in linea con gli obiettivi che ci siamo prefissati di mantenere ai livelli più alti possibili la qualità dei nostri prodotti, con una sempre più forte componente creativa", ha detto il presidente e amministratore delegato del gruppo Diego Della Valle.

"Per quanto riguarda la distribuzione, stiamo trasformando la tradizionale struttura organizzativa in un nuovo modello omnichannel, che colleghi tutte le possibilità di distribuire i prodotti, sia attraverso i negozi, sia attraverso il canale ecommerce, che si sta sviluppando con grande rapidità", ha aggiunto Della Valle.

Numeri alla mano, nei primi tre mesi del 2018, a cambi costanti, il fatturato consolidato del Gruppo Tod’s è ammontato a 234,1 milioni di euro (-1,8 percento rispetto al primo trimestre del 2017).

Come atteso, "i ricavi hanno subito un pesante impatto delle valute, soprattutto per quanto riguarda i marchi Tods e Roger Vivier, che sono quelli con la maggiore presenza all’estero", si legge in una nota del gruppo marchigiano.

A cambi costanti, i ricavi del marchio Tod’s ammontano a 124,6 milioni di euro nel trimestre, in crescita di 1,3 percento rispetto al primo trimestre 2017.

Il marchio Hogan ha registrato ricavi pari a 56,3 milioni di euro a cambi costanti (55,7 milioni a cambi correnti). Le vendite del marchio Roger Vivier sono state pari a 40,2 milioni di euro a cambi costanti, in calo del 2,8 percento rispetto al primo trimestre 2017.

Infine, il marchio Fay ha totalizzato 12,8 milioni di ricavi; "il calo rispetto al valore dl primo trimestre 2017 è soprattutto dovuto alla debolezza del mercato domestico, principalmente nel canale wholesale", spiega la nota.

Foto: Roger Vivier website