Progetti di ricerca: l'Italia al quinto posto per i finanziamenti Ue

Nei cinque anni che vanno dal 2014 al 2019, l’Italia si è aggiudicata 3,15 miliardi di euro per progetti di ricerca e innovazione finanziati con il programma Ue Horizon 2020. Il 65 per cento dei progetti sono stati erogati in Lazio (789 milioni di euro, 25 per cento del totale), Lombardia (651 milioni, 20,6 per cento), Piemonte (319 milioni, 10 per cento) ed Emilia-Romagna (281 milioni, 8,9 per cento). A rilevarlo è un’analisi fatta da Art-er, Attrattività ricerca territorio, la nuova società dell’Emilia-Romagna per la crescita e l’innovazione, sui dati del portale open data dell'Ue, da cui emerge che l'Italia è al quinto posto tra i Paesi europei per finanziamenti ricevuti.

La Toscana (234 milioni, 7,4 per cento) è al sesto posto in Italia per valore dei finanziamenti ricevuti, mentre nelle ultime posizioni della graduatoria elaborata da Art-er figurano Basilicata, che ha ricevuto solo 6 milioni di euro, Molise (1,2 milioni) e Valle d’Aosta (664 mila euro).

Come si legge in una nota di Art-er, l'Italia ha ricevuto poco più dell’8 per cento dei 38,8 miliardi di euro erogati in Europa ed è quarta per numero di partecipazioni a progetti di ricerca e innovazione (8.960), preceduta da Spagna (9.784), Gran Bretagna (11.484) e Germania (11.949). A fare incetta di finanziamenti sono stati soprattutto Germania (6,3 miliardi di euro), Gran Bretagna (5,4 miliardi), Francia (4,1 miliardi) e Spagna (3,4 miliardi).

Roma, Milano e Torino le prime tre province italiane. A livello provinciale, Roma (776 milioni di euro di contributi ricevuti) supera Milano (478,8 milioni) e Torino (266 milioni di euro) mentre Genova (160 milioni), precede di un soffio Bologna (158 milioni). Nelle ultime posizioni della classifica ci sono la provincia Ragusa (290mila euro), Barletta-Andria-Trani (280 mila), Siracusa (270 mila) e Verbano-Cusio-Ossola (50 mila).

Foto: Pexels

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO