Ralph Lauren: chiusure e licenziamenti in vista

Il gruppo di prêt-à-porter americano Ralph Lauren chiuderà dei negozi negli Stati Uniti e sopprimerà dei posti di lavoro. Tra i negozi che chiuderanno, ci sarà quello del marchio Polo sulla quinta strada, a New York. La chiusura rinetra in un quadro di politiche volte all'ottimizzazione dei costi.

La griffe americana non ha fornito dettaglio sul numero di impiegati che perderanno il lavoro a causa delle chiusure dei negozi. In un comunicato stampa pubblicato martedì, il brand, infatti, ha accennato al fatto che ridurrà gli impiegati e chiuderà degli uffici e delle boutique.

A giugno Ralph Lauren aveva annunciato la soppressione di mille posti di lavoro e la chiusura di 50 negozi.

Le misure che saranno adottate, come spiegato nel comunicato, dovrebbero portare un taglio dei costi di 140 milioni di dollari nell'esercizio fiscale che sarà chiuso il 31 marzo 2018.

Una delle misure di "austerità" adottate è, come anticipato, la chiusura del negozio Polo, situato sulla Quinta strada a New York, nel cuore di Manhattan a New York.

Ralph Lauren, che salverà sette negozi nella città di New York, ha spiegato che questa decisione permetterà all'azienda di riflettere sul concept di nuovi store che attireranno i clienti che, al momento, fanno sempre più acquisti online.

Foto: Ralph Lauren website
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO