• Home
  • News
  • Business
  • Richemont lancia Opa da 2,7 miliardi su Yoox Net-A-Porter Group

Richemont lancia Opa da 2,7 miliardi su Yoox Net-A-Porter Group

Scritto da Isabella Naef

22 gen 2018

Business

Compagnie Financière Richemont, colosso svizzero del lusso con sede a Ginevra e quotato a Zurigo, che controlla, tra gli altri, Cartier, Piaget, Montblanc, Azzedine Alaïa, Roger Dubuis e Giampiero Bodino, ha comunicato a Borsa Italiana di aver lanciato un'Opa sul 100 percento delle azioni Yoox Net-A-Porter Group non ancora in mano al gruppo, quindi il 75,03 percento, attraverso il veicolo RLG Italia Holding.

"Oggi è un momento memorabile per Yoox Net-A-Porter Group. Richemont, già il nostro maggior azionista, ha deciso di promuovere un'offerta pubblica per acquisire l'intera Ynap", ha detto Federico Marchetti

Il prezzo offerto è pari a 38 euro per azione che sarà pagato interamente in contanti per un totale di 68.463.120 azioni (pari al 75,03 percento) più eventuali altre 2.328.454 azioni che potrebbero essere emesse come stock option per i manager. In questo modo si arriva a 70.791.574 milioni di azioni che saranno pagate da Richemont 2,69 miliardi di euro.

Se Richemont raccoglierà oltre il 90 percento delle azioni sul mercato, partirà il delisting del titolo dalla Borsa e avrà luogo la fusione per incorporazione di Ynap nel gruppo svizzero.

"Oggi è un momento memorabile per Yoox Net-A-Porter Group. Richemont, già il nostro maggior azionista, ha deciso di promuovere un'offerta pubblica per acquisire l'intera Ynap", ha sottolineato il fondatore di Yoox e amministratore delegato di Yoox Net-A-Porter, Federico Marchetti.

La sede di Yoox Net-A-Porter Group resterà in Italia

"Come ha detto Richemont", ha aggiunto Marchetti, "il razionale dell'operazione è investire ulteriori risorse con l'obiettivo di accelerare il solido percorso di crescita di Ynap e rafforzarne la posizione di leadership nel lungo termine nel settore del lusso online. Questo si tradurrà in maggiori investimenti in prodotto, tecnologia, logistica, persone e marketing. Ynap continuerà a essere gestita come società distinta, garantendo così la neutralità ed attrattività della propria piattaforma per tutti i marchi del lusso. La sede rimarrà in Italia".

Da imprenditore, ha precisato Marchetti, "ricordo il duro lavoro e l'emozione per la quotazione di Yoox nel 2009, quando debuttammo in borsa a poco più di 4 euro per azione e i nostri ricavi erano di circa 150 milioni. Creare qualcosa di ancora più grande è sempre stato il mio sogno che si è concretizzato con la fusione di Yoox e Net-A-Porter nel 2015, una visione condivisa con Richemont. Grazie all'eccellente lavoro di entrambe le squadre abbiamo creato, in un paio d'anni, il leader mondiale nel settore del lusso online, con oltre 2 miliardi di ricavi".

"Quasi 20 anni dopo aver inventato Yoox , sono sempre più affascinato dalla magia di Ynap. La prospettiva di non possedere più il 4 percento del capitale azionario (3,9 percento del capitale sociale totale, ndr) non cambia assolutamente il mio impegno imprenditoriale in Ynap. La mia motivazione è sempre stata sognare e innovare per i nostri clienti e questo non cambierà negli anni a venire", ha concluso Marchetti.

Foto: Federico Marchetti, credit Wayne Maser, dall'ufficio stampa Ynap