Il gruppo elvetico del lusso Richemont che controlla, tra gli altri, Cartier, Piaget, Montblanc, Azzedine Alaïa, Roger Dubuis e Giampiero Bodino, si aspetta un balzo dell'80 percento dell'utile netto nel primo semestre.

Nel primo semestre dell'esercizio 2017/2018, le vendite sono aumentate del 12 percento a cambi costanti e del 10 percento convertite in euro. Il gruppo di Ginevra pubblicherà i risultati del primo semestre il 10 novembre.

Il fatturato dovrebbe progredire del 10 percento rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente (+12 percento a tassi di cambio costante).

Il colosso elvetico ha archiviato l'esercizio 2016/2017, chiuso a fine marzo, con un utile pari a 1,21 miliardi di euro, in flessione del 46 percento rispetto a un anno prima. L'utile operativo è risultato in flessione del 14 percento a quota 1,76 miliardi di euro, mentre il giro d'affari ha segnato un -4 percento a 10,65 miliardi.

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO