• Home
  • News
  • Business
  • Safilo Group: vendite in calo del 32,7 per cento nell'H1

Business

Safilo Group: vendite in calo del 32,7 per cento nell'H1

Scritto da Isabella Naef

3 ago 2020

Vendite nette a 335,6 milioni di euro, -32,7 per cento a cambi costanti (495,9 milioni di euro nel primo semestre 2019) per Safilo group. Nel secondo trimestre 2020, le vendite nette sono ammontate a 114,5 milioni di euro, - 53,7 per cento a cambi costanti (248,6 milioni di euro nel secondo trimestre 2019). Nel primo semestre sono raddoppiate le vendite totali online, che rappresentano l'11 per cento delle vendite totali del gruppo.

Il 31 luglio il consiglio di amministrazione di Safilo Group ha esaminato e approvato i risultati del primo semestre 2020. "Come avevamo anticipato al mercato a maggio, le vendite e i risultati economici del secondo trimestre sono stati fortemente influenzati dalla massiccia chiusura delle attività commerciali avvenuta a livello mondiale in aprile e dalla riapertura molto graduale e irregolare dei negozi di montature da vista e occhiali da sole iniziata a maggio con l'allentamento da parte di molti governi dei lockdown precedentemente imposti. In questi due mesi, la situazione di mercato descritta ha comportato un calo delle vendite di circa il 75 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, con un effetto fortemente negativo e senza precedenti sull'assorbimento dei costi e conseguentemente sulla performance economica del periodo", ha sottolineato, in una nota, Angelo Trocchia, amministratore delegato di Safilo.

Forte crescita del business online, supportato dall'acquisizione di Blenders chiusa il primo giugno

"A giugno, i livelli di traffico e i tassi di conversione registrati nei punti vendita di mercati europei quali l'Italia, la Francia e la Germania sono tornati in decisa crescita, mentre si è ulteriormente rafforza la ripresa del mercato cinese, già iniziata nel mese di aprile. A giugno, non abbiamo invece assistito al rimbalzo delle vendite in Nord America dove le riaperture sono state avviate successivamente rispetto all'Europa e sono state temporaneamente ritardate dai disordini sociali scoppiati in varie aree del paese. La crescita del mercato statunitense si è infatti per noi materializzata nel mese di luglio", ha aggiunto il ceo.

La pandemia globale ha indubbiamente aumentato l'importanza dell'ecommerce, come dimostra la crescita vertiginosa registrata in questo periodo dal commercio digitale, ha proseguito il management nella nota.

L'ecommerce continua a crescere in maniera esponenziale anche oggi che i negozi hanno riaperto.

Nel secondo trimestre 2020, Safilo ha registrato vendite nette totali per 114,5 milioni di euro, in calo del 54,0 per cento a cambi correnti e del 53,7 per cento a cambi costanti (-55,2 per cento il business wholesale) rispetto ai 248,6 milioni di euro registrati nel secondo trimestre 2019.

Nel primo semestre 2020, le vendite nette del Gruppo sono state pari a 335,6 milioni di euro, in calo del 32,3 per cento a cambi correnti e del 32,7 per cento a cambi costanti rispetto a 495,9 milioni di euro registrati nella prima metà del 2019.

In Europa, le vendite nette nel secondo trimestre 2020 sono state pari a 57,2 milioni di euro, in calo del 53,0 per cento a cambi correnti e del 52,8 per cento a cambi costanti rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. All'inizio di giugno, la maggior parte dei mercati europei, a eccezione del Regno Unito e dell'Irlanda, aveva riaperto, registrando livelli di traffico e tassi di conversione in miglioramento. Nel mese di giugno, le vendite dell'area sono tornate leggermente positive presso il canale degli ottici indipendenti, grazie al rimbalzo registrato dal business in quei mercati che per primi erano stati colpiti dallo scoppio della pandemia di Covid-19, in particolare Italia, Francia e, in misura minore, Spagna, dove i consumatori hanno privilegiato l'acquisto di marchi nei segmenti contemporary e mass cool. All'interno di questi mercati, le città di piccole e medie dimensioni hanno sovraperformato rispetto ai grandi centri storici, agli outlet e ai centri commerciali più colpiti dalla mancanza di turisti stranieri. Tra i paesi del Nord Europa, la Germania ha registrato a giugno il rialzo più significativo, trainato tra le altre cose dalla crescita a due cifre degli internet pure player.

Nel primo semestre 2020, le vendite nette in Europa sono state pari a 165.0 milioni di euro, in calo del 33,0 per cento a cambi correnti e del 32,9 per cento a cambi costanti rispetto al primo semestre 2019.

In Nord America, le vendite nette nel secondo trimestre 2020 sono state pari a 44,1 milioni di euro e hanno registrato una contrazione del 45,3 per cento a cambi correnti e del 46,1 per cento a cambi costanti rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Nel trimestre, le vendite del business organico sono risultate in contrazione di circa il 65 per cento, influenzate dal ritmo più lento delle riaperture che si sono verificate nel paese tra maggio e l'inizio di giugno, con le turbolenze sociali che hanno contribuito a ritardare temporaneamente il riavvio delle attività commerciali. Le vendite relative alle nuove acquisizioni di Privé Revaux e Blenders Eyewear, quest'ultima completata il primo giugno 2020, hanno contribuito per un totale di 15,7 milioni di euro alle vendite trimestrali della regione, pressoché raddoppiando il loro rispettivo giro d'affari rispetto all'anno precedente.

Positiva anche la performance trimestrale del marchio Smith, le cui vendite e-commerce negli Stati Uniti sono aumentate di circa il 40% nel periodo, limitando il calo complessivo del marchio a circa un -9 per cento a cambi costanti. A giugno, le vendite Smith sono cresciute a doppia cifra rispetto allo stesso mese dell'anno precedente anche grazie alla riapertura dei negozi sportivi. Nel primo semestre 2020, le vendite nette in Nord America sono state pari a 128,5 milioni di euro, in calo del 24,2 per cento a cambi correnti e del 26 per cento a cambi costanti rispetto al primo semestre 2019.

In Asia e Pacifico, le vendite nette nel secondo trimestre 2020 sono state pari a 8,8 milioni di euro, in calo del 65,7 per cento a cambi correnti e del 65,5 per cento a cambi costanti rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Nel trimestre l'area è stata particolarmente penalizzata dalla pressoché completa mancanza di attività nel canale travel retail, mentre la Cina ha continuato nel percorso di ripresa iniziato ad aprile, chiudendo il trimestre in leggera crescita rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. è rimasto invece molto difficile il contesto di mercato a Hong Kong, in Corea, in Giappone e nei paesi del sud-est asiatico.

Nel primo semestre 2020, le vendite nette in Asia e Pacifico sono state pari a 23,7 milioni di euro, in calo del 45,4 per cento a cambi correnti e del 45,9 per cento a cambi costanti rispetto alla prima metà del 2019.

Nel Resto del mondo, le vendite nette nel secondo trimestre 2020 sono state pari a 4,4 milioni di euro, in calo del 78,9 per cento a cambi correnti e del 74,3 per cento a cambi costanti rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, principalmente a causa dell'impatto ancora significativo derivante dal permanere di importanti focolai del virus in mercati chiave come il Brasile, il Messico e l'India.

Nel primo semestre 2020, le vendite nette nel Resto del mondo sono state pari a 18,4 milioni di euro, in calo del 49,8 per cento a cambi correnti e del 46,4 per cento a cambi costanti rispetto al primo semestre 2019.

Nei primi sei mesi dell'anno, le vendite online di Safilo sono cresciute di circa il 31 per cento a cambi costanti, dopo aver registrato un'ulteriore accelerazione di circa il 38 per cento nel secondo trimestre, trainata sia dal business ecommerce degli Stati Uniti sia dalle vendite del Gruppo attraverso gli internet pure player. Le vendite del canale sono risultate in forte crescita anche a giugno, dopo la riapertura dei negozi.

Alla fine di giugno 2020, le vendite online totali di Safilo, comprensive anche dei nuovi marchi acquisiti, Blenders e Privé Revaux, hanno rappresentato circa l'11 per cento delle vendite nette del Gruppo, da circa il 4 per cento nello stesso periodo del 2019.

Foto: Safilo, dall'ufficio stampa