Salvatore Ferragamo chiude il 2017 con ricavi in flessione

Il grupppo Salvatore Ferragamo ha archiviato il 2017 con ricavi a quota 1.393 milioni di euro (-3,1 percento rispetto ai 1.438 milioni di euro dell’esercizio 2016). I ricavi del canale retail hanno segnato un -0,8 percento e i ricavi del canale wholesale un -7,4 percento.

L'utile netto del periodo è ammontato a 114 milioni di euro (-42,4 percento rispetto ai 198 milioni di euro dell’esercizio 2016), inclusivo dell’impatto negativo della riforma fiscale negli Stati Uniti per circa 13 milioni di euro, ha spiegato il management in una nota.

I ricavi del quarto trimestre 2017 hanno registrato un diminuzione dell'8,4 percento, penalizzati dall’andamento delle valute (-5,1 percento a cambi costanti).

Al 31 dicembre 2017 la rete distributiva del gruppo, composta da un totale di 685 negozi, poteva contare su 410 punti vendita diretti e 275 punti vendita monomarca operati da terzi nel canale wholesale e travel retail, nonché sulla presenza nei principali department store e specialty store multimarca.

L’area Asia Pacifico si riconferma il primo mercato in termini di ricavi per il gruppo, in diminuzione del 2,1 percento (-0,4 percento a tassi di cambio costanti), rispetto all’esercizio 2016. I negozi diretti in Cina hanno continuato a registrare un solido andamento delle vendite, pari al 2,5 percento nel corso dell’esercizio 2017.

L’andamento delle vendite a Hong Kong ha mostrato un miglioramento nel quarto trimestre 2017," mentre la Corea del Sud ha continuato a registrare un trend debole, principalmente dovuto alla forte diminuzione del turismo cinese", si legge in una nota.

L’area Europa ha registrato, nel corso dell’esercizio 2017, una diminuzione dei ricavi del 3,6 percento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’area del Nord America ha registrato, nel corso dell’esercizio 2017, una contrazione dei ricavi pari al 4,2 percento (-2,2 percento a tassi di cambio costanti), rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2016.

Il mercato giapponese nell’esercizio 2017 ha registrato una discesa dei ricavi del 5,6 percento.

L’area del Centro e Sud America ha registrato una crescita del 2 percento.

Il consiglio di amministrazione proporrà all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a euro 0,38 per azione ordinaria, rispetto a 0,46 euro per azione ordinaria dell’esercizio precedente. Il dividendo verrà posto in pagamento il 23 maggio 2018 (data stacco cedola 21 maggio 2018 e record date 22 maggio 2018).

Foto: Salvatore Ferragamo