• Home
  • News
  • Business
  • Sandro, Maje, Claudie Pierlot: utile in flessione nel 2017

Business

Sandro, Maje, Claudie Pierlot: utile in flessione nel 2017

Scritto da FashionUnited

30 mar 2018

Smcp, azienda cui fanno capo le griffe Sandro, Maje et Claudie Pierlot ha archiviato il 2017 con un utile netto pari a 6,3 milioni di euro, in flessione rispetto all’anno precedente a causa della nuova legge fiscale francese e dello sbarco in Borsa.

L’utile del precedente anno fiscale era stato pari a 53,7 milioni pro forma generati nel 2016. Anche escludendo gli elementi eccezionali, l’utile netto 2017 si è collocato a quota 44,9 milioni di euro.

Per il 2018 Smcp prevede una crescita delle vendite compresa tra l’11 e il 13 percento

Per il 2018 il gruppo prevede una crescita delle vendite compresa tra l’11 e il 13 percento, a tassi di cambio costanti. Per raggiungere questi risultati l’azienda investirà nell’accelerazione del segmento degli accessori, sull’abbigliamento uomo e sul digitale.

In agenda anche la crescita della rete di vendita nei mercati strategici internazionali, Cina in testa. Su questo mercato, infatti, l’azienda arriverà a contare 500 punti vendita, contro i 130 di oggi.

Smcp ha debuttato in sulla piazza parigina Euronext, lo scorso ottobre, con un prezzo di 22 euro e una valorizzazione quindi, di circa 2,01 miliardi di euro.

Nell'aprile del 2016 i marchi francesi del lusso accessibile Sandro, Maje e Claudie Pierlot sono passati nelle mani del gruppo tessile cinese Shandong Ruyi Technology Group. Kkr, Kohlberg Kravis Roberts & Co., i maggiori azionisti del gruppo Smcp dal giugno 2013, hanno ceduto le etichette per un valore di circa 1,3 miliardi di euro.

Foto: Smcp website