Unic entra in SprintItaly

Unic - Concerie Italiane, associazione mondiale del settore a livello internazionale, entra in SprintItaly. L’investimento è di circa 4 milioni di euro e avviene tramite la controllata Lineapelle srl.

Nel dettaglio, come spiega una nota, Unic ha acquisito sul mercato una partecipazione societaria in SprintItaly, che incorporerà mediante fusione Sicit, con conseguente ammissione di quest’ultima al sistema multilaterale di negoziazione Aim di Borsa Italiana.

Il valore delle quote del gruppo Unic-Lineapelle, si attesterà intorno al 2 per cento del capitale della società post fusione.

Unic rappresenta oggi 1200 aziende, per un totale di 18.000 addetti e un fatturato di 5 miliardi di euro, di cui il 76 per cento destinati all’export. "L’industria conciaria italiana è uno storico e consolidato esempio di economia circolare, in quanto sottrae un’ingente quantità di scarti dell’industria della macellazione (spoglie animali) alla necessità di dismissione, riducendo notevolmente l’impatto ambientale e creando un prodotto nobile dalle caratteristiche tecniche e prestazioni di altissimo livello che si mantengono nel tempo", ha spiegato Unic, in una nota.

"L’acquisizione di una partecipazione in Sicit è prova della nostra fiducia nel futuro del settore e rientra a pieno titolo negli obiettivi strategici dell’associazione, autorevole e attenta compagna di viaggio delle concerie italiane nel loro percorso verso un continuo sviluppo della sostenibilità, con investimenti sempre più significativi", ha sottolineato Gianni Russo, presidente di Unic e di Lineapelle.

Foto: Lineapelle website

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO