Utile netto 2014 a + 64 percento per LVMH

Utile netto 2014 a quota + 64 percento per il gruppo francese Lvmh. L'azienda ha archiviato il 2014 con un utile netto pari a 5,648 miliardi di euro in forte crescita grazie alla plusvalenza realizzata con la cessione della quota in Hermès Il giro d'affari del colosso francese del lusso si è attestato a 30,64 miliardi con un incremento del 6 percento. Su base omogenea l'incremento è stato del 5 percento.

L'utile operativo del 2014 è risultato in flessione del 5 percento a 5,715 miliardi.

Nel quarto trimestre le vendite sono risultate in aumento del 10 percento in rapporto allo stesso periodo dello scorso anno.

La divisione moda e pelletteria ha registrato una crescita del 3 percento delle vendite

"I risultati del 2014 confermano la capacità di Lvmh di crescere malgrado il contesto di instabilità economica e monetaria. Le vendite e il risultato netto hanno raggiunto un nuovo record", ha detto Bernard Arnault, presidente e direttore generale di Lvmh.

Arnault si è soffermato poi sulle buone performance messe a segno da Loro Piana.

Per quanto riguarda la divisione moda e pelletteria, l'azienda sottolinea che il comparto ha registrato una crescita del 3 percento delle vendite nel 2014, a quota 3189 milioni di euro. In una nota il colosso del lusso ha sottolineato che sono state buone le performance di Fendi, grazie al successo delle sue linee iconiche.

Per il 2015 l'azienda si aspetta una crescita dinamica nonostante il clima di incertezza politico ed economico.

All'assemblea in agenda il 16 aprile Lvmh proporrà un dividendo di 3,2 euro per azione, in rialzo del 3 percento.

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO