• Home
  • News
  • Business
  • Veepee: sostenibilità e convenienza guidano gli acquisti preowned

Veepee: sostenibilità e convenienza guidano gli acquisti preowned

Scritto da Isabella Naef

23 mar 2022

Business

Courtesy of Veepee
Eco-sostenibilità e convenienza guidano la scelta degli acquisti pre- owned. Questa una delle tendenze evidenziate da uno studio di Veepee, realizzato nel quarto trimestre 2021 attraverso un questionario sottoposto a un campione di oltre 6.000 soci dell'azienda in tutta Europa. Stando allo studio, inoltre, abbigliamento e home e decor sono in cima alla classifica degli acquisti second hand.

L'analisi dell'ecommerce attivo nelle flash-sales in Europa da 20 anni impegnato nell’economia circolare ha messo in luce che, a livello europeo, quasi un socio su due acquista regolarmente prodotti di seconda mano. Un andamento dei consumi nettamente più marcato nel Nord Europa che nel Sud (43 per cento nei Paesi Bassi contro 29 per cento in Spagna): in Italia rappresenta il 30 per cento. A spingere gli acquisti sono principalmente due le ragioni: il motivo è economico (85 per cento) e anche ecologico (75 per cento). Il 40 per cento degli intervistati dichiara acquistare regolarmente articoli di seconda mano per entrambe le motivazioni, con una spiccata preferenza per abbigliamento, arredamento e oggetti di decorazione per la casa. Al terzo posto e per il 43 per cento degli intervistati, la motivazione è legata al fatto che sia un fenomeno dettato dalle tendenze. Infatti, in Italia, oltre alle motivazioni economiche che caratterizzano gli acquisti per il 60 per cento degli intervistati, sensibilità ambientale e tendenza sono entrambi motivo di acquisto per il 40 per cento.

L’abbigliamento traina gli acquisti second hand; articoli home e decor sono sempre più popolari

Se l’abbigliamento risulta essere la categoria merceologica del second hand più ambita dai soci Veepee (80 per cento), altre tipologie di prodotti sono sempre più apprezzate come l’arredamento e gli oggetti decorativi (71 per cento), gli accessori moda (borse, cinture) (54 per cento) o ancora i prodotti elettronici (32 per cento). Infatti, per Veepee le vendite di telefoni e device ricondizionati sono in forte espansione e hanno generato un fatturato di oltre 40 milioni in meno di un anno. L’andamento si conferma anche in Italia, anche se le disparità tra categorie sono meno marcate, dove l’abbigliamento, l’home e decor e gli accessori rappresentano rispettivamente il 60 per cento e il 50 per cento degli articoli di seconda mano più acquistati. A livello europeo, abbigliamento e arredamento/oggetti decorativi di seconda mano sono tra gli articoli acquistati con maggior frequenza per il 57 per cento e il 49 per cento dei soci intervistati, che dichiarano acquistarli più di 5 volte all’anno.

La maggioranza (66 per cento) dei soci Veepee ha sottolineato sia di acquistare, sia di vendere articoli second hand: il 30 per cento effettua esclusivamente acquisti mentre soltanto il 3 per cento afferma di dedicarsi unicamente alla vendita. Per entrambi acquisti e vendite, l’online si rivela il canale più diffuso e conquista gli europei soprattutto attraverso l’offerta proposta da siti specializzati (78 per cento) e marketplace (41 per cento): una tendenza che vale meno per l’Italia dove il 53 per cento preferisce ancora recarsi negli store fisici specializzati per acquistare second hand (mentre un terzo fa appello al negozio fisico per vendere).

ECOMMERCE
Second Hand
Sostenibilita
Veepee