Versace vicina alla vendita

Sempre più insistenti le voci di vendita della maison Versace anche se dalla griffe non giunge alcuna nota ufficiale. Come riporta il Sole 24 ore, un intesa per la vendita del gruppo sarebbe in dirittura d'arrivo. A comprare potrebbe essere il gruppo americano Coach, il cui nome è diventato Tapestry, ossia arazzo, proprio per sottolineare l' evoluzione da etichetta accessibile a griffe del lusso.

Ma anche Michael Kors e altre aziende americane del calibro di Tiffany starebbero esaminando il dossier. Alla lista potrebbe aggiungersi la francese Kering e altre società di private equity.

Domani Versace potrebbe annunciare ai dipendenti la vendita

Domani potrebbe essere fatto l'annuncio ai dipendenti del gruppo.

L'azionista di maggioranza di Versace è la cassaforte della famiglia Versace, Givi Holding, che detiene l'80 percento delle azioni, mentre la quota restante fa capo al fondo Blackstone.

Il risultato della controllata Gianni Versace Spa a fine 2017 segnava una perdita pari a 7,9 milioni, mentre il suo patrimonio è passato da 254,7 a 191,5 milioni.

Per quanto concerne Givi Holding, sempre a livello consolidato, il valore di ricavi e proventi del 2017 si è assestato a 668 milioni (-0,1 pour cent). Il risultato netto di pertinenza del gruppo è pari a 15 milioni, contro il rosso di 6,9 milioni dell'anno precedente.

La spa, invece, ha archiviato il bilancio del 2017 con un utile pari a 4,5 milioni, in miglioramento dai 3,5 milioni del 2016.

Foto: Versace press office
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO