• Home
  • News
  • Business
  • Wolford torna all'utile dopo due anni

Wolford torna all'utile dopo due anni

Scritto da FashionUnited

23 lug 2015

Business

Wolford ha chiuso l'esercizio 2014/15 che va da maggio 2014 ad aprile 2015, con aumento dei ricavi di circa l'1 percento a quota 157,35 milioni di euro, supportata da effetti di cambio positivi. Inoltre, la società ha registrato un utile per la prima volta dopo due anni in perdita: l'Ebitda rettificato per oneri e proventi non ricorrenti, è passato da 7,11 milioni di euro a 10,33 milioni e l'Ebit rettificato è migliorato 1,56 milioni.

L'utile al netto delle imposte è positivo per 1,03 milioni di euro, rispetto a una perdita di 2,81 milioni di euro nel corso dell'anno precedente.

Ashish Sensarma è stato nominato ceo lo scorso gennaio

"Il processo di trasformazione di Wolford sta continuando, ma la nostra strategia di rifocalizzazione sulle competenze di base della società e l'ottimizzazione sistematica dei nostri punti vendita hanno portato i primi risultati positivi", ha detto Ashish Sensarma, chief executive officer dal gennaio 2015.

I punti vendita diretti di Wolford hanno registrato una crescita del fatturato dell'1 percento in totale e su base like-for-like. Il business online ha continuato il suo sviluppo positivo, con un incremento del 24 percento dei ricavi. Il commercio all'ingrosso è diminuito del 2 percento, a causa anche di problemi con i singoli partner commerciali e la crisi Ucraina.

Gli Stati Uniti, attualmente il più grande mercato per il gruppo, hanno generato una crescita del fatturato del 5 percento, nonostante la chiusura di diversi punti vendita. I ricavi sono stati inferiori rispetto all'anno precedente in Germania e Francia. Il giro d'affari in Austria è stato influenzata negativamente dalla chiusura dei punti di vendita. In Svizzera, la rivalutazione del franco svizzero ha portato a un calo del 9 percento dei ricavi.

Al contrario, Wolford ha registrato una crescita del 7 percento in Gran Bretagna e dell'11 percento in Spagna e del 9 percento in Italia.

Wolford